Shampoo Biolis nature burro di karitè

Shampoo Biolis nature burro di karitè 40


Non l’ho davvero compreso bene questo shampoo, nossignori.

Mi sta dando del filo da torcere nel riuscire a decidere se mi piace, non mi piace, mi è indifferente.

Di sicuro mi ha infastidita orribilmente la scelta del tappo, non è manco un tappo è una botola a trabocchetto.

Eccolo qui, liberamente tratto da quel calderone sempre borbottante che è internet.

press_disc_cosmetic_bottle_cap_white_24_415_for_shampoo_bottle.jpg

La rabbia verso questa infelice scelta di chiusura tutt’altro che ermetica, deriva da antichi tempi in cui io, di rosso vestita e accompagnata da renne, elfi e campanellini, mi accingevo a deporre con tutto l’amore, devozione e cura possibile, i doni impacchettati sotto l’albero.

Quello dedicato a mia sorella in particolare, lo avevo confezionato con della carta di riso semplicemente strepitosa, decorata a sua volta con nastri in tinta, stecche di cannella e fette di arancia essiccata.

Ora, di certo non ti sarà difficile comprendere quale sensazione assassina io abbia provato nel vedere, dopo circa un’ora, una chiazza gelatinosa su un lato del pacchetto, che tentava di impadronirsi selvaggiamente della scena natalizia.

Ho riaperto il pacchetto e che scopro? Il malefico tappo a scatto/scomparsa o come diavolo si definisca, non è ermetico, anzi, anche da chiuso per bene, premendo un po’ il flacone lo shampoo esce dalle fessure superiori del tappo.

😐

Stai scherzando?

No, non scherza affatto.

Fu così infatti, che i primi due centimetri di prodotto evasi, vennero cestinati con malcelata ira, insieme alla bellissima e purtroppo irrimediabilmente defunta carta riso.

Quando ho aperto la confezione, ho notato che lo shampoo era leggermente piegato ed il bagnoschiuma (della stessa linea, con il medesimo ODIOSO tappo) essendo in formato 500 ml, probabilmente premeva sul flacone, permettendo così la fuga dello shampoo in questione.

Volendo passare oltre a questa biblica premessa, dove non potevo evitare di renderti partecipe di quanto io abbia e stia tutt’ora detestando con ogni fibra del mio corpo quel packaging malefico, ti posso dire che questo shampoo al burro di karitè è disponibile nei negozi tigotà al prezzo di 2,99 € per 250 ml di prodotto.

E’ disponibile una linea per la cura di corpo e capelli con varie fragranze, nello specifico ho trovato tra gli scaffali :

  • shampoo al burro di karitè
  • balsamo al burro di karitè
  • maschera per capelli al burro di karitè
  • shampoo all’avena
  • balsamo all’avena
  • maschera per capelli all’avena
  • bagnoschiuma al the verde
  • bagnoschiuma alla mandorla
  • detergente intimo delicato alla camomilla
  • detergente intimo alla bardana
  • sapone liquido con dispenser al the verde
  • sapone liquido con dispenser alle mandorle

Nel mio punto vendita non ho visto alcuna crema corpo e non erano disponibili dei docciaschiuma nel “geniale” formato tubo,  so che ci sono, lo so per certo questo articolo ne è testimonianza indiscutibile fai click qui per la conferma!!

Spero che Veronica non s’incazzi se ho linkeggiato al suo articolo (ma comunque dopo ti avviso, perchè mi pare corretto), avevo bisogno di prove concrete per dimostrare il mio profondo disprezzo verso il tappo da “pesce d’aprile”.

Al di là della confezione, lo shampoo si presenta come un gel trasparente di media fluidità il cui profumo personalmente trovo idilliaco.

Difficile descriverlo brevemente, non ho ben chiare le note principali che compongono la fragranza ma la sensazione è quella del bucato pulito, le note sono fresche ma vellutate e avvolgenti con una punta di fiorita dolcezza.

E c’è da aggiungere anche che è un profumo veramente molto persistente; fin’ora di tutti quelli provati, credo sia l’unico che riesce a profumarmi i capelli anche ad un giorno di distanza dal lavaggio.

Non a tutti però fa piacere portarsi addosso i profumi, perciò tieni conto di questo fattore intensità qualora desiderassi provarlo; eventualmente puoi tentare la versione “avena” il cui profumo è molto più delicato.

Massaggiandolo sui capelli produce una schiuma di tutto rispetto che ha però il vantaggio di essere rapidamente e facilmente sciacquata, sia dalla mia capigliatura che dalla vasca.

Tral’altro, incredibilmente, riesce ad essere un quasi accettabile supporto per evitare l’annodamento esagerato dei capelli, ma una noce di balsamo te la consiglio comunque.

La cosa che non mi è piaciuta, è che mi sembra in qualche modo “lavare troppo”, non mi piace sentire i capelli che fanno “sgnnnnniiiiickkkk” (definizione tecnica del rumore percepito dallo strusciamento di un dito su un piatto in porcellana pulito) dopo il risciacquo, perchè anche se ho la cute tendenzialmente grassa, pulirli troppo è un danno.

E infatti i capelli puliti, con questo prodotto, mi durano pochissimo.

Ho provato a non usare il balsamo, ho cercato di diluirlo poco, medio, tantissimo, di usarne talmente poco da evaporare prima di toccare cute, niente da fare l’effetto unticcio si ripresenta con triste puntualità, troppo presto.

I miei capelli non sono mai stati campioni del pulito, ma così si esagera.

Tra gli effetti “no”, ho riscontrato anche un leggero aumento dei pruriti-secchezze-forforatiche, che sinceramente da uno shampoo destinato ai capelli lisci, non mi sarei aspettata, non so dire se dipenda dal fatto che il profumo così intenso possa risultare aggressivo sulla mia cute.

Credo, sostanzialmente, che per me non sia adatto anche perchè ormai sono mesi, mesi, mesi e mesi che ci rincorriamo prendendoci e lasciandoci nel tentativo di trovare un punto di incontro, fin’ora però non sono mai riuscita a comprarne due confezioni di fila.

Ti lascio l’INCI, come d’abitudine e perdona le foto orribili ma l’ira era così elevata che manco la fotocamera era contenta di mettere a fuoco….

IMG_2181.JPG

Inci shampoo burro di karitè :

aqua, cocamidopropyl betaine, disodium2-sulfolaurate, sodium methyl 2 sulfolaurate, decyl glucose, sodium chloride, sodium lauryl sulfoacetate, glycerin, butirospermum parkii butter, coco-glucoside, glyceryl oleate, hydroxypropyltrimonium hydrolyzed wheat protein, panthenol, dicaprylyl ether sodium phytatem, lauryl alcohol, tocopherol, hydrogenated palm glycerides citrate, alcohol, citric acid, parfum, benzyl alcohol, dehydroacetic acid, phenoxyethanol.

Mia sorella con questo shampoo ha un rapporto di profondo rispetto e amore, le lascia capelli puliti, morbidi, profumati e facilmente pettinabili perciò non mi sentirei onesta nel bocciarlo al 100% perchè i risultati sono estremamente variabili.

Ti capitasse mai di trovartelo davanti e decidessi di concedergli una possibilità, fammi sapere se sono solo io la sfi….ortunata di turno o se anche altri come me non hanno trovato così spaziali i risultati offerti da questo shampoo.

Grazie, ciao!

Francesca

 


Rispondi

40 commenti su “Shampoo Biolis nature burro di karitè

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè Licia

    Ciao! 🙂 ho appena scoperto questo blog proprio grazie allo shampoo in discussione perché ne ho acquistata una confezione per iniziare a testare un po’ di prodotti bio, cercandone uno adatto ai miei capelli secchi..se farà schifo ci avrò guadagnato lo stesso, ottimo blog!!:)

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Francesca L'autore dell'articolo

      Ciao! No va beh se le metti così poi mi emoziono e per un attimo (un attimo, ma piccolo) penso addirittura di saper scrivere davvero delle recensioni semi-serie! 😀
      Ti ringrazio moltissimo, nel caso fammi sapere come ti trovi con quello shampoo di cui ho amato alla follia il profumo super persistente, e odiato con tutta me stessa il tappo.
      Io che ho i capelli “misti” un po’ indecisi se essere grassi o che, non l’ho trovato proprio ottimale, ma su quelli secchi potrebbe essere una bella soluzione!

      • Shampoo Biolis nature burro di karitè Licia

        E fai bene! Anche io mi sono ritrovata nella tua opinione nonostante i miei capelli secchi! Forse proverò quello all avena ma c’è qualcosa che non mi torna nell inci: il cocamidopropyl betaine non è un tensioattivo? Perché nella mia ignoranza del bio (e della chimica 😂) pensavo che tensioattivi e solfati fossero la stessa cosa…

        • Shampoo Biolis nature burro di karitè Francesca L'autore dell'articolo

          Ah beh, io non sono esperta in un accidente di nulla, ma da quel poco che so la betaina è effettivamente un tensioattivo che ha anche una certa funzione condizionante, motivo per cui in genere si usa spesso sui prodotti per capelli, di più non saprei che dire sinceramente…..forse è meglio se mi avvalgo della facoltà di non rispondere 😀

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè Giulia

    Ciao, bellissima pagina! Io avrei bisogno di un consiglio! Ho i capelli lunghi, lisci e fini, con la cute tendenzialmente grassa e le punte ormai secchissime! I miei ultimi due tentativi di trovare lo shampoo adatto sono falliti e spiego perché:
    -prima ho provato lo shampoo alla camomilla della Beltabios(non mi ha convinta, perche pur facendo schiuma, mi secca i capelli e dopo un giorno sono molto grassi)
    -poi ho provato lo shampoo al limone per capelli grassi della Lavera e…oddio! Mi sono trovata malissimo.. l’effetto sgniiiik assicurato e senza balsamo non infilavo nemmeno la spazzola tra i capelli da quanto si seccavano.. con il risultato di perderne e romperne tantissimi bel tentativo di pettinarli.. un disastro vero e proprio!
    Non so più che fare, cerco qualcosa di naturale che idrati ma senza ingrassare di più il capello.. avete qualche consiglio?? Grazie infinite a chi ha letto il papiro :/

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Francesca L'autore dell'articolo

      Ciao Giulia, grazie mille delle belle parole e anche del “papiro”, in fin dei conti avere un blog è utile proprio per condividere opinioni quindi non puoi che essere la benvenuta 😉
      Ho sentito molte ragazze lamentare problemi simili con gli shampoo lavera, sembra che in effetti abbiano un inci piuttosto aggressivo, ma personalmente non li ho mai provati quindi non posso essere del tutto sicura….
      Condivido il tipo di capello con te (cute grassa, capelli lisci e sottili) anche se a volte mi capita il periodo extra-stress dove la cute si secca e sono dolori, purtroppo!
      Di shampoo ecobio ce ne sono veramente molti tra i quali scegliere, io ne sto usando di vari marchi tra cui : khadi, so’bio etic, 100% pure e le erbe di janas, dipende un pò anche da che budget hai perchè gli ultimi due (100% pure e le erbe di Janas) costicchiano un pò (circa 18€ a confezione), ovviamente però stiamo parlando di prodotti dall’inci veramente stellare, ricchi di oli essenziali e piante officinali.
      Non che sia particolarmente conveniente sotto il profilo economico, ma esistono delle mini size di queste due marche, giusto per fare un test e poi eventualmente acquistare il formato classico, anzichè investire subito una cifra piuttosto importante.
      Gli shampoo ecobio, in ogni caso, sono meno disciplinanti delle versioni che si trovano nei supermercati, vuoi per l’assenza di siliconi, vuoi perchè non contengono ingredienti condizionanti/filmanti molto “aggressivi”, ma è indubbio che un pò di balsamo dopo il lavaggio sia indispensabile, al limite puoi optare anche per qualcosa da spruzzare prima dell’asciugatura che è più leggero oppure una piccola quantità di balsamo leave-in da usare solo sulle lunghezze prima di pettinare 🙂

      • Shampoo Biolis nature burro di karitè Giulia Francescato

        Grazie mille per i consigli, sei gentilissima!
        Alla fine, perf ortuna o purtroppo si può veramente scoprire come sono per noi i prodotti solo provandoli.. Terrò a mente i bei consigli, grazie!
        Buona giornata a te

        • Shampoo Biolis nature burro di karitè Francesca L'autore dell'articolo

          Figurati, è un piacere!
          Hai proprio ragione, per quanto un prodotto venga ricoperto di lode, finché non lo si prova sulla nostra pelle non potremo essere certi dei suoi effetti…
          Ma da qualche parte il prodotto perfetto c’è di sicuro, basta cercare, no?😉
          Ciao e grazie!

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè elisabettafvg

    Ma buongiorno! Sono appena arrivata!…e leggo questo articolo sul flacone….pensa che mia sorella me ne ha dato uno giusto domenica, vuoto(non so la marca e il prodotto,aveva già staccato e pulito tutto per benino) … “visto che è a te piace il riciclo,…magari ti può servire!”. Ho ringraziato e poi ho notato il tappo e ho pensato al problema del trasporto, nel senso…metterlo in un beauty case “e se poi si apre? visto che non sarà solo soletto nel sacchetto?(soletto-sacchetto! ho fatto la rima!!! rido 😉 ) e adesso ti leggo e … sorpresa! Ti farò sapere il mio rimedio. Buona giornata e grazie dei consigli!

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      Guarda, se è tutto pulito bello, bianco e semplice, taglia la parte a vite e usalo come vaso per qualche fiorellino…..
      Credimi, l’odio profondo che nutro verso quel tappo è a dir poco orrendo.
      Tral’altro non serve neppure schiacciare troppo, se lo capovolgi il flacone, esce lo stesso!!!! MANNAGGIA A LUI!

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      Credimi sono abbastanza triste della disfatta di questa versione al karité, ma ammetto che il marchio in se propone buoni prodotti ed è possibile che conceda una opportunità allo shampoo in versione avena, chi lo sa, potrebbe essere amore al primo lavaggio!

      • Shampoo Biolis nature burro di karitè stelleweb

        Aspettiamo e vediamo…intanto prova i prodotti Cien, li trovi alla Lidl, zero parabeni e ottima qualità, costo irrisorio…dopo dimmi cosa ne pensi!

        • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

          I prodotti cien nature sono stati una scoperta super! Ho provato la crema mani, il contorno occhi ed una crema viso giorno di cui ho parlato un po’ di tempo fa, ma ti dico con sincerità che spero vivamente che lidl incrementi le disponibilità di questa linea, magari con dei prodotti corpo e capelli…sarebbe un sogno!!!!!!

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè saiilbonsai

    Io ho provato quello all’avena per capelli mossi e ricci (ottimo per i capelli grassi!) e continuo a comprarlo perché mi trovo davvero bene… Il profumo è delicato e lascia i capelli morbidi! Mia mamma si è trovata malissimo quindi dipende dal capello… La maschera devo ancora provarla… Speriamo vada bene! 😉

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè cilieginasuccosa

    Caspiterina come sei dettagliata 😀😀😀😀😀😀.
    Io ho capelli lisci sul davanti e ricci sotto. Fai tu 😁😁.
    Chissà che effetto avrei!!
    Ma se dovessi provarlo la prima ad essere avvisata sarai tu 😉!!

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      Troppo gentile grazie!
      Guarda esiste una versione della stessa marca all’avena che non ho provato e potrebbe stupire con effetti speciali, ma quello al karité veramente non comprendo neanche oggi che effetto debba avere, un altro mistero misterioso!
      Ha un ottimo profumo molto persistente, questa è l’unica sicurezza che ho……😞

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè rocknbioblog

    ahahahahah fantastica xD no ma mi hai liberata da un flop totaleeeee io ho i capelli grassi ed odio l’ effetto sgnikkkkkkk dunque GRAZIE per questa recensione xD

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      ammetto di aver avuto delle aspettative piuttosto brillanti per questo shampoo, ho cercato di dargli svariate opportunità ma lui continua sempre a comportarsi da “mastro lindo” della situazione….e mastro lindo i capelli non li ha, perciò vorrei evitare di arrivare al suo livello….

  • Shampoo Biolis nature burro di karitè biocometiamo

    Io odio senza mezze misure le confezioni in plastica rigida. Si spaccano puntualmente durante il trasporto e addio prodotto che esce bellamente con spreco, non secondario, anche di soldi, UGH. Non conosco questa linea (Tigotà, pur non vivendo sulla luna, da me deve ancora arrivare), ma la tua recensione apocalittica (soprattutto i tentativi, tutti sbagliati, di diluizione xD), mi hanno ricordato me stessa alle prese con lo shampoo concentrato di Biofficina Toscana. #fallimentototale Se non ti convince, fai lo sforzo di terminarlo e poi sotto con un altro prodotto. Alcune storie d’amore sono destinate a non sbocciare.

    • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      Devo dire che hai pienamente ragione, sprecare è qualcosa che in generale non ho mai fatto, neppure quando potevo permettermi di spendere 10 € per uno shampoo. Detesto ancora di più però lo spreco autogestito dello shampoo in questione, che decide di uscire dalla confezione come una lumaca in un giorno di pioggia…Non oso pensare a cosa potrebbe capitare ad un intero scatolone che giunge in negozio capovolto, magari a causa di una curva da rally del vettore di turno o.O…Fortunatamente l’ho terminato qualche giorno fa, mi piace l’idea di prendermi tutto il tempo necessario per provare ben benino i prodotti prima di parlarne, non che io sia un altissimo luminare di scienza e cosmetica le cui recensioni possono cambiare il senso di rotazione terrestre, ma mi sembra logico, completo ed in qualche modo etico essere sicura, prima di schierarmi da una o dall’altra parte….Non credo tu sia l’unica ad aver avuto difficoltà con lo shampoo di Biofficina, moltissimi e-shop hanno iniziato a distribuire quello che chiamano “spargishampoo”, niente più che una boccetta graduata di plastica vuota….i vari formati sono già quasi tutti sold-out, evidentemente la giusta quantità da diluire non è poi così rapida e semplice da trovare 🙂

      • Shampoo Biolis nature burro di karitè biocometiamo

        Il “bello” nel mio caso è che relativamente alla diluizione, ho seguito con attenzione le indicazioni dell’azienda e dunque dello spargishampoo (pur non avendolo comprato. Misuro ad occhio o con una brocca tarata; non sono certo i due ml in più o in meno il problema), trovandomi malissimo. I tentativi successivi (più idrolato, meno acqua, più shampoo, meno shampoo, più acqua, meno idrolato, basta-non-ce-la-faccio-più 😂) sono stati altrettanto fallimentari. Come complicarsi la vita con il pretesto di aver creato una “genialata”. Mah. 😑

        D’accordissimo sul fatto di recensire i prodotti solo quando si ha un’idea ben precisa sugli stessi. 😘

        • Shampoo Biolis nature burro di karitè Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

          La funzionalità dei prodotti concentrati nasce da una base nobile, non lo nego, ma se prima di riuscire ad utilizzarlo correttamente ne devo comprare 28 intere forniture da distributore, allora il presunto risparmio in termini economico-ambientali va un pò a farsi friggere….preferisco lasciare spazio a chi di dosaggi se ne intende (o dovrebbe intendersene, si spera), mi fido del prodotto pronto all’uso perchè o su di me è efficace oppure non lo è, non vedo di buon occhio quelli da “preparare” perchè temo sempre che i cattivi/buoni risultati, dipendano da qualche errore/omissione/colpa/umidità/polvere/raggi UV/sguardi ammalianti/fortuna/lacrime di unicorno o chissà che altro può influenzarne gli esiti ….