Crema mani con olio d'argan de "I Naturali"

Crema mani con olio d’argan de “I Naturali” 4


Trovo che la borsa di ogni donna possa dare molte indicazioni sulla sua personalità, il modo in cui è organizzata, quante e quali cose contiene sono un segnale che in qualche maniera può farti capire qualcosa di lei.

Ovviamente questo NON E’ un motivo valido per ficcanasare all’interno delle borse altrui, è scorretto, poco educato e talvolta pericoloso (essere preso a borsettate può fare male…tanto…tantissimo).

Se dovessi dirti cosa ho nella mia borsa, ti risponderei comunicandoti che cosa manca nella mia borsa : spazio.

Si perchè all’interno ci puoi trovare di tutto, un kit per il pronto soccorso, un kit medicinali, salviette disinfettanti, dentifricio e spazzolino, set ago e filo con bottoni, un pettine e spazzola, un cacciavite a stella (non puoi mai sapere se e quando ti può essere utile….) e molte altre cose che non sto qui ad elencare.

Quella volta (mesi fa ormai) che mi sono recata al supermercato IperLando faceva freddo, parecchio freddo, e che cosa non avevo nella mia Mary-Poppins-borsa?

La crema mani.

Quale tragedia orribile si abbattè su di me!

Non riesco a sopportare la pelle screpolata, arrossata, grinzosa e dolente sulle mani, anche e soprattutto perchè le usi per fare ogni cosa, ancor più se ti stai accingendo a fare la spesa.

Ho deciso quindi di mettere il turbo al carrello (che per quanto cerchi di domarlo, ha sempre una o più rotelle che hanno rifiutato la convergenza, costringendoti a correggere continuamente la sua errante rotta….) e passare come prima cosa nel reparto cosmesi-detergenza corpo.

Scartate a piè pari tutte le creme siliconiche e paraffinose che sulla mia pelle avrebbero sortito effetti terribili, peggiorando ancor di più la mia già fragile situazione, ho iniziato a scorrere gli INCI delle rimanenti (non più di tante purtroppo…).

Giunta a questo tubetto ho letto l’etichetta “Crema mani -anti età – con olio di Argan I Naturali”.

I Naturali….Chi??????

Non ti ho mai sentita nominare cara mia, ora ti leggo l’INCI e se mi stai prendendo in giro o mi deludi come minimo ti strappo l’etichetta di dosso!

IMG_3651.JPG

Mah, sai che ti dico? Per stavolta l’etichetta te la puoi tenere, sono piuttosto soddisfatta della tua composizione e ti voglio provare.

Chiaramente, per te che sei una persona eco-bio informata, questa non sarà una rivelazione, anzi, puoi vedere che contiene ingredienti sintentici di più o meno dibattuta fama.

Io, per non sapere nè leggere nè scrivere, ho voluto informarmi su qualcuno in particolare che mi dava più pensieri di altri, su tutti ho scelto il famigerato EDTA.

Mi sono presa tutto il tempo che poteva servirmi per trovare pubblicazioni ed articoli che fossero a favore e contro, in maniera da poter capire per bene dove può stare la realtà (in genere nel mezzo….secondo il mio modesto parere….).

Non voglio ammorbarti con tutte le considerazioni, valutazioni, letture e quant’altro io abbia seguito (se vuoi fare un giretto sull’oceano del web, puoi perderti tra tutti i siti che ne parlano…) perciò ti riassumo il tutto lasciandoti alla fine la soggettiva idea che ho maturato in merito.

L’EDTA è un composto chimico sintetico, ovviamente non è di derivazione naturale e riesce a degradarsi nell’ambiente con tempistiche maggiori rispetto ai prodotti accettati dall’organismo ecolabel. Riesce a ridurre l’uso di antimicrobici nei cosmetici ed è utilizzato per bonificare acque e terreni inquinati dai metalli pesanti. Un eccessivo smaltimento di questo composto, ne rende più difficoltosa la degradabilità.

La mia conclusione è la seguente : se dei 200 flaconi che ho in casa 3 contengono EDTA, posso considerarlo un compromesso assolutamente accettabile e non rischioso nè per me, nè per l’ambiente.

Il buon Fabrizio Zago, che le più conoscono per essere l’ideatore del bio dizionario, ha avuto l’intelligenza e la grande lungimiranza di scrivere, in apertura, che quello strumento da lui voluto e creato, rappresenta la sua idea ed il suo personale punto di vista circa l’approvazione/bocciatura degli ingredienti che ha “semaforizzato” nel sito.

Appoggio in pieno la trasparenza e correttezza che ha dimostrato, e ti invito a prenderti sempre del tempo per pensare; non fidarti alla cieca di ogni voce che senti o leggi, informati, formati e poi decidi con la tua testa se stai facendo una scelta ottimale o meno.

Visto il grande e crescente interesse che coinvolge il settore della cosmesi sostenibile e naturale, molte aziende stanno giocando al rialzo proponendo prodotti “senza” vari ed eventuali ingredienti di più o meno cattiva fama, che costano ovviamente più di quelli che fino al giorno prima loro stessi distribuivano come super-specialissimi-extra-più, dunque siamo sempre nel limbo tra “mi interessa davvero produrre in maniera eco-compatibile” e “ho fiutato l’affare e così guadagno il doppio, sia con i cosmetici vecchio stile per le clienti affezionate, che con quelli alternativi che strizzano l’occhio al green-oriented”.

Un cambiamento, sia esso sensibile o radicale, lo puoi fare solo tu che sei in mezzo tra la pubblicità ed il prodotto e, con le tue scelte, opinioni e idee, puoi fare la differenza.

Non ho intenzione di demonizzare un ingrediente rispetto ad un altro, non potrei farlo basandomi su conoscenze chimico/fisiche perchè non ne ho la competenza, ormai avrai anche la nausea a forza di sentire queste parole, ma credo sia fondamentale ribadire qual’è il mio punto di vista, per poterti permettere di confrontarlo attivamente con il tuo e comprendere appieno cosa mi spinge a scegliere un prodotto di cui poi condivido uso e abuso con te.

Ora, tornando alla crema che sta qui a piangere perchè l’ho abbandonata a causa delle mie lungaggini 🙁 , io avevo già scelto di acquistarla dopo aver addocchiato gli ingredienti, così ne ho usata un po’ subito per alleviare l’ormai insopportabile dolore che mi impediva addirittura di piegare le dita, ma ho poi, ovviamente, messo nel carrello quella che avevo aperto/utilizzato.

Per favore non costringermi a guardare scene apocalittiche di gente che si profuma o si spalma di creme e gel che poi LASCIA A MORIRE, SOLE E CONTAMINATE, NEGLI SCAFFALI…

Perchè io sarò anche povera, ma onesta.

E non sarà di certo mezzo ml di crema in più a cambiarmi la vita.

Tral’altro con enorme piacere ho potuto constatare che questa crema è venduta nel felicissimo formato da 100 ml (iuhuuu 😀 ), e in aggiunta a questa gioiosa scoperta, ti comunico che costa 2,50 € , sinceramente lo trovo un prezzo ragionevole e accessibile a quasi tutte le tasche.

Di preciso non sapevo cosa aspettarmi in quanto a performance specifiche, l’INCI non era male, avevo intravisto olio di mandorle, olio di crusca, olio di argan, burro di karitè, camomilla ed aloe, perciò avevo un po’ di fiducia, seppur con un minimo di sospetto dietro l’angolo.

La crema si presenta con una corposità media, ha una texture confortevole e vellutata, la senti ricca sulle mani ma nonostante questo la riesci a stendere agevolmente senza scie bianche o residui appiccicosi.

Questa è una cosa che mi è piaciuta davvero tanto, si assorbe molto bene senza ungere minimamente la pelle, pur essendo un prodotto che ho scoperto essere davvero molto idratante.

Anche il profumo per quanto mi riguarda è gradevole e piuttosto persistente, dovendotelo descrivere direi che si percepiscono note ambrate, leggermente dolci e floreali.

Una profumazione delicata e ben bilanciata secondo me, tieni conto però del fattore persistenza se desideri provarla perchè, ovviamente, se il profumo non ti sconfinfera di sicuro portartelo addosso non ti farà amare questo prodotto….

A distanza di qualche ora dall’applicazione riesco a sentire la pelle ancora morbida e compatta, anche utilizzandola in situazioni critiche e con le mani che gridano aiuto con tutta la forza che gli rimane.

Ti consiglio di provarla anche se hai esigenze di idratazione molto elevate, la rapidità di assorbimento è tale da rendere la stesura piacevole, pulita e rapida, permettendoti di applicarla più volte al giorno senza dover massaggiare all’infinito.

Per me è un ottimo prodotto che ha un rapporto qualità-quantità-prezzo esemplare e veramente conveniente.

Visto che l’etichetta è un po’ “vissuta” trattandosi di un prodotto che uso da mesi e che sembra non finire mai, ti riporto anche qui sotto l’INCI completo :

aqua, caprylic capric triglyceride, prunus dulcis oil, oryza sativa bran oil, cetearyl alcohol, sorbitol, glycerin, butyrospermum parkii extract, ceteareth 3, tristearin, urea, chamomilla recutita extract, aloe barbadensis extract, tocopheryl acetate, argania spinosa oil, allantoin, beta glucan, carbomer, xantan gum, lactic acid, panthenol, disodium edta, imidazolidinyl urea, phenoxyethanol, methylisothiazolinone, parfum.

Penso che casa mia sia straripante di creme mani, per te qual’è quella da eleggere “miglior crema mani”? Hai mai provato o sentito parlare di questa specifica marca?

Sono curiosa di sapere se sono l’unica ad avere “in ogni cassetto un tubetto” o se altri condividono la mia passione per gli idratanti mani…. 😀

Ciao!

Francesca


Rispondi

4 commenti su “Crema mani con olio d’argan de “I Naturali”

    • Crema mani con olio d'argan de "I Naturali" Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      L’ho guardata con sospetto anche io inizialmente, credevo fosse la classica crema al silicone da supermercato invece mi sono davvero dovuta ricredere…a me è piaciuta molto, se la trovi fammi sapere che impressione ti ha dato 🙂

  • Crema mani con olio d'argan de "I Naturali" biocometiamo

    “In ogni borsetta un tubetto” per quanto mi riguarda. Idem con i balsami labbra. 😀 #tuchiamalesevuoiOSSESSIONI PS. Questa marca non la conosco; dove si reperisce?

    • Crema mani con olio d'argan de "I Naturali" Io e te, con un the. L'autore dell'articolo

      Balsamo labbra, crema mani, saponette….tutti a pari merito nella lista delle mie ossessioni 😉 …. Era la prima volta che la vedevo sinceramente, per questa mi ha incuriosita, io l’ho trovata in un ipermercato ma ho faticato a trovarne traccia da altre parti….