DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S)

DEODORANTIFUL – puntata numero 8 (SCHMIDT’S) 14


Esteban, perchè fra tutte le bellissime donzelle che bramano freschezza, hai scelto proprio me?”
Disse Donna Francisca, rivolgendosi verso l’ombroso e seducente Esteban.

Perchè nel villaggio di Odores de Ascellas non si parla d’altro che della tua infinita ricerca, ed io ora sono qui per te!”

Ma Esteban, tu sei uno dei partiti più desiderati e preziosi, io non so se sono all’altezza….

SSSSHHHHH, Donna Francisca, quando mi abbracci voglio essere inebriato dal tuo amore, non devastato dal tuo odore.”

E fu così che questa nuova avventura ebbe inizio, per una Donna Francisca (interpretata da me) ancora confusa circa la sua scelta di dare fiducia ad Esteban (interpretato dal deodorante Schmidt’s in stick).

Sarà vero amore?

O sarà solo un bieco sotterfugio che Esteban sta cercando di attuare, per riacquistare lustro grazie alla fama che, lentamente, Donna Francisca sta conquistando in paese?

Ecco la loro storia.

Il cast di Deodorantiful si scusa con i blogospettatori per questo periodo di inattività, purtroppo ci sono stati dei tagli economici (notevoli, mortacci vostri) che la produzione ha attuato al budget destinato a questa appassionante soap opera (soap, non a caso!), fintantochè il tavolo delle trattative non ha raggiunto una stabilità condivisa, le puntate sono state bloccate.

Ma è vero anche che un test di un deodorante deve essere tassativamente molto, molto approfondito, e questo stick di Schimdt’s non è stato un affare così semplice come credevo.

Quando è uscita questa linea di deodoranti in stick, ho pensato subito che avrei voluto provarli, Schimdt’s è abbastanza un nome-garanzia quando si parla di ascelle, in molti avevano già gridato al miracolo usando le prime versioni in barattolino, che a me invece sono sembrate di una scomodità galoppante.

Però lo stick….beh allo stick non si può dire di no.

Complice lo sconto applicato ai prodotti new entry del sito, al quale ho aggiunto anche lo sconto del programma fedeltà, ecco che nel mio bagno ha fatto capolino un nuovo ospite born in the USA.

 Direi che stavolta possiamo partire direttamente dall’INCI :

IMG_9327

Maranta arundinacea powder, cocos nucifera oil, euphorbia cerifera wax, butyrospermum parkii, sodium bicarbonate, caprylic/capric triglyceride, simmondsia chinensis seed oil, cedrus deodara essential oil, juniperus essential oil, tocopherol.

La base è l’amido di maranta (maranta arundinacea powder) una farina naturale  utilizzata ampiamente anche in cucina, senza farsi mancare buone proprietà emollienti ed addensanti, direi indispensabili visto che subito dopo troviamo in rapida sequenza olio di cocco (cocos nucifera oil), cera candelilla (euphorbia cerifera wax) e burro di karitè (butyrospermum parkii).

A seguire ecco che si fa spazio il bicarbonato di sodio (sodium bicarbonate) che oltre a togliere l’odore dalla lavastoviglie, rinfrescare i tappeti e permetterti di creare dei fantabulosi vulcani casalinghi con  la sola aggiunta di aceto/limone, si batte anche contro i germi responsabili del cattivo odore.

Caprylic/capric triglyceride e simmondsia chinensis seed oil sono rispettivamente una forma raffinata di olio di cocco, e l’olio-cera di jojoba entrambi molto affini con la pelle.

L’olio essenziale di cedro dell’Himalaya (cedrus deodara essential oil) ed il ginepro (juniperus essential oil) ne caraterizzano il profumo.

Ora, siediti e prendiamoci qualche minuto per parlare di questa fragranza incredibile.

Sei seduta?

Comoda?

Ok.

Profuma di bibliotecario sexy.

No jokes.

 

VMan_by_Bruce_Weber_library-Marco_sandor

A me il maschio piace con un po’ di rotondità a dire il vero, ma non ho trovato altre foto ….

fonte

E’ un profumo profondo, intenso ed intrigante come i tessuti orientali che avvolgono le spezie, le cui note legnose ed ambrate del cedro si fondono con quelle mediterranee e balsamiche del ginepro, in un turbine sensuale che ti fa percepire anche una fragranza che ricorda il cuoio e il tabacco essiccato, un po’ bad boy ma con l’anima esotica e dolce del gentiluomo.

Io ho adorato questo profumo dalla prima annusata, sono una persona che si lascia inebriare i sensi dalle fragranze e questa è calda, maschile e misteriosa ma devo dire che la trovo deliziosa anche sulla pelle femminile (in fin dei conti, il profumo è qualcosa di passionale, deve colpire proprio te, quindi non fidarti solo delle etichette).

Benchè questo sia uno stick, non funziona esattamente con un comunissimo deodorante da supermercato, è piuttosto burroso e denso, motivo per cui bisogna scaldarlo qualche secondo a contatto con la pelle per ammorbidire burri e oli e poterlo stendere in maniera agevole sulle ascelle.
Ha una consistenza che, a colpo d’occhio, sembra un po’ granulosa ma è pricipalmente dovuto alla presenza del bicarbonato, questo non deve spaventarti perchè la texture è comunque morbida e non graffia la pelle.

IMG_9331

Ora che hai fatto scattare l’interruttore generale di casa, dopo aver mandato in cortocircuito la tastiera con le bave, grazie a quei bibliotecari particolarmente interessanti, posso iniziare a parlarti anche dei contro di questo deodorante.

Si perchè, ahimè, il mio amore verso lo stick si è limitato drammaticamente solo al profumo.
Grazie all’irritazione atroce che ho avuto alle ascelle, che mi ha costretta a stare con le braccia alzate come un ultrà che ha appena vinto lo scudetto, soffrendo orribilmente per il bruciore e prurito, posso dirti con assoluta certezza che la mia pelle sensibile NON ama il bicarbonato!

Non mi ha dato problemi alla prima applicazione, ce ne sono volute 3 consecutive per provare un leggero fastidio, alchè ho pensato di dovermi in qualche modo abituare e l’ho alternato con altri (il mio sempre favoloso e focoso amante Juan).

Ho provato vari schemi di attacco, ma niente da fare, riesco ad usare questo deodorante (senza fare danni) una volta ogni due settimane solo se lontano dalla depilazione e dal ciclo.

E capisci bene che non posso investire 10 € in un deodorante che non posso usare tutti i giorni.

Sinceramente, nel periodo in cui l’ho utilizzato più di frequente (con lo schema 3 giorni – 1 pausa con altro marchio 3 giorni e così via) non sono rimasta mega stupita degli effetti deodoranti, non dura una giornata intera con le temperature invernali, la sua efficacia cala sensibilmente con l’aumentare delle temperature esterne e non ha neppure superato così brillantemente il test-pulizie (non dico combattere gli alieni con una tuta di gomma, ma almeno reggere al passare l’aspirapolvere e rifare le camere, mi pareva il minimo).

Devo dire che bisogna fare molta attenzione a quanto se ne usa, perchè tende a macchiare un po’ gli abiti, specie quelli scuri, inoltre il bicarbonato non viene assorbito dalla pelle a differenza dei burri ed oli di cui è composto, quindi  potresti ritrovarti, come me, con una simpatica spiaggetta sabbiosa arenata sull’ascella.

Sono rimasta un tantino delusa dagli effetti, lo devo ammettere, avevo grandi aspettative ma non posso addossare la colpa al prodotto per la scarsa efficacia, credo che la mia sensibilità al bicarbonato abbia decisamente influito moltissimo sulla capacità del deodorante di fare il suo lavoro, perciò non me la sento di bocciarlo in pieno, ti dico però di fare attenzione nel caso in cui anche tu avessi le ascelle piuttosto reattive e sensibili.

Pensi di non avere speranza?
Ma no!
Esiste una versione dedicata alla pelle sensibile, formulata senza bicarbonato.

E secondo te, io non l’ho provata?

Stay tuned.

Se desideri provarlo sappi che ci sono molte fragranze disponibili, sia in stick che nel classico barattolino, il costo dello stick è di 10,99 € ma il formato è molto generoso visti i suoi 92 grammi.

Se CLICCHI QUI andrai direttamente sulla pagina dedicata al prodotto, e se lo desideri, puoi acquistarlo usufruendo sempre del fantastellare codice sconto untheperte.

Ammetto di averlo dovuto declassare a deodorante-idratante piedi con il cuore appesantito dalla tristezza, ma sai che ti dico?
E’ incredibilmente comodo da applicare dopo un bel pediluvio, idrata intensamente la pelle e in più profuma, il che forse mi farà addirittura acquistare altre fragranze, sempre da dedicare a questo scopo alternativo, specie in vista dell’estate che porta con sè il peso del piede odoroso.
E vissero per sempre felici e contenti (…e senza sprechi).

A te è mai capitato di provare dei prodotti della linea Schimidt’s? Sono curiosa di avere informazioni circa le profumazioni, perchè calendula e ylang-ylang mi sta facendo l’occhiolino ogni volta che capito nel sito, sono indecisa se cedere o meno….

Grazie, ciao!

Francesca


Rispondi a ClaudiaVampireFlower Annulla risposta

14 commenti su “DEODORANTIFUL – puntata numero 8 (SCHMIDT’S)

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Romeo

    il caldo si avvicina e questi prodotti (In attesa i uno che ti soddisfi in pieno) vanno comunque pubblicizzati per il rispetto degli altri

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      Mi sto accorgendo del fatto che, più ne parlo, e meno ne salvo.
      Che culo.
      Per ora sono fededele al rollon di bema cosmetici, è un ottimo prodotto e resiste bene alle sfide, volevo potergli regalare un compagno stabile nel mobiletto, ma fin’ora è sentimentalmente meno fortunato addirittura di me….

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) ClaudiaVampireFlower

    Ecco, io questi deo non li ho provati perché ho letto troppe lamentele. Colpa di quel bicarbonato che irrita e/o infiamma le ghiandole :/ e ha fatto questo effetto anche a chi solitamente non è tanto sensibile!

    Ps: Fra’ xD son 2 giorni che provo a rispondere alla mail ma non invia e resta sempre in bozza! Avevo ringraziato per gli auguri, manifestato la mia curiosità per quello strano fiore con il pipino e provato ad inserire una mia foto con l’unica piantina della mia vita (data in adozione perché ho il pollice nero)

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      Il bicarbonato in effetti mi ha veramente stroncato le ascelle, ho provato ad usarlo anche una sola volta dopo settimane che usavo tutt’altro e niente, l’effetto è sempre lo stesso.
      Fortuna che ho comprato anche la versione senza bicarbonato 😉

      Sarà la pioggia che bagna le mail e quindi non partono?? Anche da me la connessione è più lenta di quella che c’era nel ’92….!
      Comunque, i fiori col pipino sono delle calle, ho fatto le foto di un allestimento di un matrimonio e quello era il bouquet della sposa.
      Guarda che il pollice può sempre cambiar colore eh? 😉

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Luca

    Ho provato diversi deodoranti, e sono arrivato alla conclusione che gli spray non fanno per me; i roll-on potrebbero (e in caso di emergenza, di tanto in tanto li acquisto). Però ho spesso usato infasil, fino a quando, in tempi recenti, ho scoperto derma zero (Neutro Roberts), e mi trovo bene con questo. Buona serata, cara Francesca! 🙂

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      Bisogna proprio provare per trovare quello giusto, per fortuna che ce ne sono tanti tra i quali cercare 😉
      Grazie mille Luca!

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) ricettedacoinquiline

    Secondo me dovresti cambiare anche il nome del genere: “soap” mi sa di roba che va in onda a pranzo, invece deod opera? Mi sa di roba che va in onda su questo canale!
    Ma come il profumo di bibliotecario sexy??? Va detto che non ho idea di come sia, visto che sono tutti brutti quelli che vedo. Sa di AA?

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      Beh beh, pure il soap va in onda spesso su questo canale a dire il vero 😁
      Il profumo è un misto tra maschio alfa ma intelligente gentiluomo e la carta, il cuoio e i legni preziosi ecco perché lo associo alla biblioteca….Bono comunque, mi ha quasi ucciso le ascelle, ma con un profumo divino 😆

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      I gusti sono così tanti che per accontentarli tutti, le persone sono incredibilmente diverse 😉
      Certo di fronte alla bellezza oggettiva, non si può che apprezzare 😊

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) vikibaum

    non ho mai provato niente di questa linea e dopo che ti ho letto non provo manco questo deodorante…buona festa carissima, kisses

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      È un po’ un concorso di colpa stavolta, sapevo di avere le ascelle particolari anche se non avrei mai pensato ad una reazione del genere, non avevo provato nessun prodotto con il bicarbonato prima e non potevo sapere…..Diciamo pure che sarà un ingrediente bandito per sempre dalle mie ascelle 😊

  • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) stravagaria

    Per me no spray e no stick ormai sono affezionata ai roll e basta. Credo non cambierò più ormai. Personalmente poi mi piace il deodorante poco invadente, che lasci spazio al profumo eventuale (che poi non metto 😂😂) ora ti confesserò che nei miei delirii di stupidità giovanile mi sono sempre definita “olfattivamente perfetta” sudo poco e traspiro neutro… certo a quaranta gradi dopo attività fisica sfrenata una bella doccia è d’obbligo ma se uscissi di casa la mattina dimenticando di mettere il deodorante potrei pure cavarmela 😉 Buona giornata

    • DEODORANTIFUL - puntata numero 8 (SCHMIDT'S) Francesca L'autore dell'articolo

      Sono delle fortune non da poco, credimi 🙂
      Anche io alla fine, nonostante i tantissimi tentativi diversi, torno sempre dal mio bel roll-on di Bema, non irrita ha un buon profumo e dura veramente tanto.
      Probabilmente, devo ancora imparare bene il concetto di “squadra che vince non si cambia” 😀