Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE

Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose – CIEN NATURE 20


 – ” Mi sono fatto la doccia usando una cosa con dei fiori e delle scritte rosa, dici che mi cascherà il pisello? ”

– ” Uhm….non saprei, ma per sicurezza ogni tanto dai una controllata, per raccogliere quello che eventualmente perdi…”

Vorrei già comunicarti una buona notizia relativa a questi prodotti : nessun pisello è stato smarrito o maltrattato durante il periodo di prova.

Perciò direi che, nonostante le scritte rosa, tutta la maschia popolazione può accedere senza rischi e pericoli a questo shampoo e bagnodoccia.

Ne parlo in combo perchè sono abbastanza simili sia in prestazioni che fragranza, e rinnovo la mia piena incazzatura verso la scelta geniale di LIDL, che ha deciso di eliminare questi prodotti che integravano la disponibilità della linea Cien Nature permanente.

Un po’ come dire : oh sta squadra di calcio è fortissima, vince sempre e tutto!
Ottimo! Allora, ideona, non facciamola giocare più.

😐 ma dico io, non avete un po’ di cuore per le persone povere che non vogliono rinunciare a dei prodotti di qualità, nel pieno rispetto di pelle ed etica??

Robe da matti.

Va beh, comunque, questi prodotti sono usciti lo scorso 7 Dicembre, entrambi avevano lo stesso prezzo ovvero 1,79 € per 250 ml di prodotto in versione docciaschiuma, mentre 200 ml è la quantità dello shampoo.

I flaconi sono molto carini, adoro i colori pastello, il tappo a scatto (e non quello a botola che farei sparire dalla faccia della galassia!) e i decori in stile acquerello, direi che sono dettagli perfettamente inutili, ma anche decisamente carini da esporre con orgoglio sul bordo vasca o nelle mensoline in doccia.

Nessuno dei due contiene coloranti, tant’è che in ambo i casi il prodotto si presenta sotto forma di un gel trasparente, di buona compattezza, con una fragranza che ricorda un po’ i prodotti per bambini, è delicata e fresca ma molto talcata con delle note fiorite, non la trovo esclusivamente femminile anzi, a mio avviso questo è uno di quei profumi “neutri” che stanno bene su tutti, perchè hanno la caratteristica profumazione di pulito.

Rispetto al docciaschiuma, devo dire che lo shampoo riesce a regalare un po’ di profumo sui capelli per un certo tempo, nulla di esagerato sia chiaro, ma una lieve nota talcata riesci a percepirla anche dopo qualche ora.

Io ho dei capelli grassi, ma con tendenze mutevoli, cute anarchica e permalosa, perciò visto che questo shampoo si propone d’essere “per capelli secchi e danneggiati”, avevo un pò di sano e motivato timore di aver fatto un acquisto del ca…..so.
Grazie al cielo mi sbagliavo, ho testato questo prodotto sia puro che diluito, e devo ammettere che in versione diluita dà il meglio di sè: lava bene i capelli facendo una discreta schiuma, non irrita la cute e non è un annodatore seriale.

Per i miei capelli grassi, specie quando passano 2/3 giorni dal lavaggio, servono due shampaggi, per poter eliminare efficacemente il sebo dai capelli, ma ti posso assicurare che non è un trattamento aggressivo, sia perchè sono solita alternare i prodotti detergenti, sia perchè si è dimostrato un prodotto veramente delicato ma al contempo efficace.
Al contrario della versione diluita, usandolo puro ho notato che i capelli apparivano un po’ spenti e appesantiti, cosa che forse può significare che un capello secco potrebbe invece trarre notevoli vantaggi da un uso puro.

Su capelli normali (madre) extra folti e delicati (nipote) non ha deluso minimamente le aspettative, si comporta egregiamente con ogni capoccia, tanto da farmi quasi pensare che possa essere uno dei pochi prodotti veramente adatti “a tutti”.

Sul docciaschiuma non c’è molto da dire, io non ho delle grosse pretese, è comunque un prodotto a risciacquo che deve lavare, non mi aspetto che mi faccia chissà quali servigi, ma è importante che deterga senza essere aggressivo e beh, lui lo fa egregiamente.
Con la spugna basta poco prodotto per ottenere una bella schiumetta soffice, lava bene e si sciacqua altrettanto bene sia dal corpo che dalla doccia (cosa che, invece, non sempre capita con i detergenti da grande distribuzione), la cosa più importante è che non secca affatto la pelle.

Questo non significa che puoi evitare di incremarti post doccia, eh? Però se capita che sei di fretta, non hai voglia o semplicemente hai la pelle sensibile, sappi che questo è uno di quei docciaschiuma che non tira, e non se la tira.

Questo è l’INCI del bagnoschiuma :

IMG_9858

Aqua, coco-glucoside, sodium coco-sulfate, sucrose, sodium chloride, betaine, citric acid, glceryl oleate, tocopherol, hydrogenated palm glycerides citrate, lecithin, ascorbyl palmitate, rosa canina fruit oil, parfum, linalool, geraniol citronellol, limonene, sodium benzoate.

Non ha chissà quale ricchezza di ingredienti, l’unico attivo è l’olio di rosa canina (rosa canina fruit oil), ma è comunque formulato con attenzione omettendo oli minerali, siliconi, conservanti, coloranti e profumi sintetici.
E sinceramente, per il prezzo e le prestazioni che ha, direi che non ha proprio nulla di cui vergognarsi.

Passiamo ora all’INCI dello shampoo :

IMG_9844Aqua, coco-glucoside, sodium coco-sulfate, sucrose, sodium chloride, citric acid, glyceryl oleate, hydrolyzed wheat protein, parfum, linalool, geraniol, citronellol, limonene, rosa canina fruit oil, tocopherol, hydrogenated palm glycerides citrate, lecithin, ascorbyl palmitate, sodium benzoate.

Anche in questo caso l’attivo è sempre l’olio di rosa canina (rosa canina fruit oil) a cui però si aggiungono anche le proteine del grano (hydrolyzed wheat protein).
Il resto è composto dalle solite cose, acqua, tensioattivi, conservanti, motivo per cui, secondo me, non è così tanto “personalizzato” da essere veramente adatto al lavaggio di ogni testa.

Devo dire che mi sono piaciuti entrambi, oramai ho terminato quasi tutta la linea e a breve penso di inserire i prodotti mancanti qui nel blog, ma sono comunque sempre e costantemente offesa perchè non è possibile che gli scaffali siano invasi di Pantone e Clever antiforfora, mentre i prodotti chiamiamoli “aziendali” spariscono.

No, no e poi no.

Urge raccolta firme per farli tornare al loro posto….

😉

Ciao!

Francesca


Rispondi a Simona Annulla risposta

20 commenti su “Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose – CIEN NATURE

  • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE time2lifestyle

    Che simpatico questo articolo! Io da Lidl prendo i saponi liquidi (i miei figli ne fanno andare a litri) e le creme per il corpo. Il contorno occhi della Cien è stato giudicato il migliore su un vasto campione (tra cui grandi marche come Estée Lauder &co..) io lo uso da anni.

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Grazie mille sei davvero gentile 🙂
      Lidl in effetti ha degli ottimi prodotti tra i suoi scaffali, mi sono recentemente avvicinata al contorno occhi e ho provato quello della linea cien nature (come primo test, spendere cifre folli non mi pareva opportuno!) e devo dire che sono rimasta piacevolmente colpita.
      Sul sapone mani ti capisco, anche in casa mia ne va consumato un mucchio di quello liquido, tant’è che abbiamo dovuto iniziare a comprare i bottiglioni da litro per poter evitare di far crollare il bilancio familiare, sciogliendolo nel lavandino….

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Grazie mille Simona, con ritardo perché a quanto pare erano in vacanza anche le notifiche 😊

  • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE cuoreruotante

    Io ho provato una crema idratante chiamata Aqua e, a parte la fantasia nello scegliere il nome, l’ho trovata buonissima. Devo assolutamente ritornare alla Lidl!!
    Grazie sempre per i tuoi preziosi consigli, e se necessario la petizione la firmerò anche io !!

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Senza scherzi penso che se Lidl tenesse come linea permanente tutti i prodotti usciti come cien nature e la collezione del marchio phbio, farebbero veramente i soldoni!
      Va beh, magari col tempo leggeranno le mille recensioni sul web e decideranno di fare inversione di scelta, almeno speriamo 😉
      Grazie mille, buona domenica! 🌞

  • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE vikibaum

    questi prodotti li conosco e li ho provati…non capisco perché così spesso capiti che i prodotti che vanno di più…all’improvviso spariscano.non succede solo al lidl…buona domenica francesca

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Penso sia una domanda che si sono fatti in tanti, cien è il marchio direttamente collegato a Lidl quindi che caspita di motivo hai per auto-boicottarti su una linea che desta così tanto interesse?
      Chissà se so scopriremo mai….

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Ma non è una politica di marketing un po’ al contrario questa? Tanto più su un prodotto che è del loro marchio, capisco fossero avanzi di magazzino di altri ma questa linea è stata letteralmente divorata, proprio non capisco….
      Io continuerò a sperare molto, ma molto fortemente che ci ripensino 😟

  • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE stravagaria

    Io ho mandato una mail a Lidl per chiedere perché non fosse più disponibile uno shampoo bio all’avena che avevano distribuito in offerta per una sola settimana qualche mese fa. Mi hanno risposto subito dicendo che purtroppo a volte l’assortimento è un po’ a singhiozzo e mi faranno sapere dove trovarlo ma per la verità io l’avevo visto in giro solo nella settimana di prova… magari se scrivi ti dicono se hanno intenzione di reinserire anche questo. Trovarlo poi è un terno al lotto ma per lo meno… E comunque, venendo alle cose serie, cos’è il tappo a botola??? 😊

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Mi ricordo della linea di PHBIO, ho preso il detergente intimo e due docciaschiuma (tutti prodotti fantastici tra l’altro…) e anche in quel caso lì mi vien da chiedermi : ma se l’espositore è stato letteralmente preso d’assalto e dopo due giorni non c’era più neanche il cartone, non ti pare il caso di tenere questi prodotti come disponibilità fissa??
      AHHHHRGHHH il tappo a botola…è quello li che non ha lo scatto, ma si apre in maniera “basculante” facendo fuoriuscire la parte con il buchino (si è difficile da spiegare) ne ho parlato sull’articolo relativo allo shampoo biolis. Il problema di quel tappo è il fatto che è inserito all’interno del cilindro che chiude la bottiglietta, ma dai lati comunque perde! Questo mi ha causato una rabbia atroce perchè mi ha rovinato un fantastico pacchettino di natale confezionato con la carta riso 🙁

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Me lo auguro anche io, ho visto che hanno riproposto la linea “italian gringo” nel giro di un paio di mesi soltanto, spero vivamente che ci ripensino per questa linea (tra l’altro pure del loro marchio!) 🙂

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      E la domanda che sorge spontanea è : PERCHE’???
      Veramente sta gente che mi fa soffrire non riesco a comprenderla, è ingiusto 🙁

    • Bagnodoccia e Shampoo Wild Rose - CIEN NATURE Francesca L'autore dell'articolo

      Sei davvero troppo gentile, grazie!
      Non è il massimo del coinvolgimento scrivere una recensione di uno shampoo per me, “colorirla” un pò mi piace, se poi funziona anche regalando qualche sorriso, ancora meglio 🙂