Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla)

Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare – Alkemilla) 21


————-

Francesca Schiappa canta : “Rose (micellare) rosse
Dirige l’orchestra : Tamburi rotti e sassofoni arruginiti
del Maestro spagnolo Violon Cello.

Rose rosse per meeeee
Ho usato staseeeeeeraaaaaa
Per struccarmi lo saaaaaaaai
Lo puoi fare anche te.

Di bruciore non si muore,
e non mi so spiegare,
perchè bruuuucio con te….

————-

Devo dirti una cosa bella, per farti subito dimenticare la rivisitazione brutta della canzone.
Questo è il primo post che ho il piacere, ma che dico piacere, che ho l’onore di condividere con altre due brillanti menti virtuose e virtuali : Katia, del blog Officina di Katia uno spazio che ho scoperto da poco ma che ti consiglio di sbirciare, contiene recensioni e moltissimi utili consigli su rapide, efficaci e naturali ricette cosmetiche, ed Ilaria del blog Ricette da Coinquiline, dove puoi trovare veramente un mucchio di idee per ogni pasto, spuntino, abbinamento innovativo, suggerimenti culinari e non.

Libera lo chef che è in te, buttati in cucina tra un tonico e un risotto!
Che tu sia un professionista vero costato anni di fatica e studio, o uno auto-proclamatosi tale perchè hai visto 4 puntate di seguito di master-chef.

Che faccia è quella?
Lo so che mica si beve l’acqua micellare, ma senti che ideona geniale ha avuto la poliedrica Ilaria : alcuni ingredienti/fragranze che si trovano nei prodotti cosmetici, sono anche utilizzabili in cucina, quindi perchè non unire il tutto in una rubrica che tratta un tema condiviso, ma su ambiti completamente diversi?

E’ un due in uno fichissimo secondo me, un po’ come il risparmio di tempo che ti regala lavarti i denti finchè fai la doccia.

Quindi con gioia, dai il benvenuto alla rubrica Beauty routine in cucina, che con cadenza tendenzialmente irregolare, ti farà trovare contemporaneamente qui e sui rispettivi blog di Ilaria e Katia, una recensione, una ricetta mangereccia ed una legata all’autoproduzione di cosmetici connesse da un unico filo conduttore, che per questo articolo saranno : LE ROSE!

Sei felice per questa novità, eh eh eh eh eh eh eh eh ? 🙂

Se sei felice tu lo sai batti le mani CLAP CLAP
Se non sei felice sappi che ti cadon le mani NON CLAP NON CLAP

Avevo una saponetta bellissima alle rose, ovviamente avrei voluto parlare con amore intenso di quella, ho cercato tra le foto d’archivio del blog e cosa scopro?
Che è sparita, cancellata, scomparsa, puff!

E quindi ho detto MER….coledì’, si deve essere stato un mercoledì che ho cancellato per sbaglio la foto, cerchiamo qualche altro prodotto che sia a base di rose.

Dal mobiletto ha iniziato a bussare il tappo anti-rapina dell’acqua alle rose micellare di Alkemilla; lo chiamo amorevolmente così questo tappino, perchè serve una motozappa per aprirlo senza staccarsi una falange.
Ma è indubbiamente a prova di perdita in viaggio.

Ho iniziato ad utilizzare quest’acqua micellare lo scorso 23 Ottobre, e devo ammettere che non è ancora finita, la confezione intendo, me ne manca ancora un pochina.
E’ vero che io non sono una persona particolarmente abile con il trucco e quindi la uso abbastanza di rado, ma stiamo parlando comunque di 500 ML, perciò anche se la scegli quotidianamente direi che ti accompagnerà per svariate settimane.

Addolcente, lenitiva e rinfrescante, grazie agli estratti biologici di ginepro e rosa canina pulisce e rinfresca la pelle, rimuovendo impurità e tracce di trucco.

Si propone quindi sostanzialmente come uno struccante lenitivo, adatto a viso, occhi e labbra.

Ora, solo io mi aspettavo che un’acqua alle rose, profumasse di rose?
No perchè, se pure tu lo speravi, sappi che questa non profuma per niente di rose.

La sua fragranza è comunque intensa e molto piacevole, avvolgente e calda con note dolci e lievemente fruttate, personalmente ho trovato che somigli molto al profumo che ha il detergente delicato al bamboo sempre di Alkemilla.

Passiamo dunque a chiacchierare dell’uso e abuso che ne ho fatto, partendo dalla cosa più scontata ovvero : struccaggio.
Perchè se è vero che non mi trucco molto spesso, le volte che capita combino così tanti casini, che mi servirebbe il copia-incolla sulle palpebre per poter salvare qualcosa, purtroppo in mancanza di quello mi tocca togliere tutto e ricominciare.

La sua funzione di sciogliere ed eliminare il trucco è indubbia, basta lasciarla agire un po’ con un dischetto di cotone sugli occhi chiusi per ottenere un buon risultato, ma una cosa che ho notato è stata la schiumetta.
Pure a te è capitata?
Se ti viene la malsana idea di picchiettare o di strofinare il dischetto, si forma sulla pelle una schiumetta poco accentuata, ma comunque fastidiosa al punto da rendere necessario sciacquare il viso dopo l’uso, per evitare di avere il viso appiccicaticcio e lucido.

Diciamo che può essere un problema facilmente risolvibile, appunto, con un rapido risciacquo, ma la schiumetta può insinuarsi ribelle anche tra le ciglia e…..cara mia, se te ne entra un microgrammo nell’occhio sei morta bruciata all’inferno.

Signore come brucia!

Io ho gli occhi particolarmente delicati, e mi rendo conto anche che ci si deve struccare la palpebra e non la cornea, ma non mi aspettavo il fuoco della Pentecoste in un prodotto che è dedicato anche agli occhi.

Quindi fai attenzione, se vuoi continuare a vederci.

La sua funzione struccante è ottimale anche sulle labbra, elimina agevolmente anche i rossetti scuri senza lasciare tracce, ma anche in questo caso è d’obbligo una sciacquata e correre ai ripari con un buon burrocacao, perchè tende a seccare un po’ la pelle e per me la sensazione di labbra che tirano è più odiosa della zanzara che ti ronza sull’orecchio, quando cerchi di addormentarti.

Usarla come tonico per me è fuori discussione, dovendola sciacquare dopo, che senso avrebbe? Però è utile da essere vaporizzata ad esempio sulle maschere che non devono seccarsi dopo l’applicazione (ovviamente con gli occhi chiusi, serrati, sbarrati e incollati con lo scotch).

Funziona egregiamente anche per eliminare i residui di colorazione per capelli (sia chimica che con erbe tintorie) da cute e pelle, e sa essere una buona alleata delle madri coinvolte nell’equazione bimbi + penne cancellabili.
Le manine torneranno del loro colore naturale senza detergenti aggressivi o strofinature assassine.

Con lo stesso trattamento, si possono eliminare facilmente anche i residui di penna classica, perchè può capitare anche ai bambini un po’ più grandi di sporcarsi (ehm, tipo a me…).

So che quelle sopra non farebbero parte delle funzioni principali di questo prodotto, ma sono scoperte che, a mio avviso, vale la pena condividere.

 Passiamo ora all’INCI:

Aqua, rosa damascena flower water, propanediol, decyl glucoside, sodium chloride, alcohol denat.*, sodium benzoate, sodium dehydroacetate, glycerin, juniperus communis fruit extract*, parfum, rosa damascena flower extract, rosa canina fruit extract*, rosmarinus officinalis leaf extract*, salvia officinalis leaf extract* (*= da agricoltura biologica)

Non mi sarebbe dispiaciuto che il primo ingrediente fosse l’idrolato di rose (rosa damascena flower water), anzichè l’acqua, ma non si può avere tutto dalla vita a quanto pare!
Contiene anche alcol e ti ho sentito tutto caro mio, soprattutto le mie orbite infuocate (alcohol denat.*), ma nei consigli d’uso è specificato “applicare su […] contorno occhi” perciò è un pò colpa mia se sono così maldestra da averlo fatto finire all’interno.

Scendendo troviamo anche glicerina (glycerin) ed estratti di ginepro, rosa damascena, rosa canina, rosmarino e salvia (juniperus communis fruit extract,  rosa damascena flower extract, rosa canina fruit extract, rosmarinus officinalis leaf extract, salvia officinalis leaf extract).
C’è anche la presenza di profumo (
parfum) che potrebbe, insieme all’alcol, dare un qualche fastidio agli occhi particolarmente sensibili e facilmente irritabili, like mine.

Mi stavo dimenticando di dirti quanto costa, santo iddio! La puoi trovare come sempre dal mio pusher eco-bio di fiducia, Gaia Natura al prezzo di 10,80 € per 500 ml di prodotto.
Sono disponibili anche le versioni al fiordaliso e tea-tree e quella ai fiori d’arancio, in base alle tue specifiche esigenze di pelle.

Oramai è uscita da un bel po’ quest’acqua micellare, so che non è una novità, ma se ancora non l’hai provata, oppure l’hai provata e già ti piace, puoi comprarla con un filino di sconto usando il sempreverde codice UNTHEPERTE.

Nel frattempo puoi sempre dirmi con grande entusiasmo, come hai trovato l’acqua micellare ai fiori d’arancio, che è piuttosto ammiccante lì tra i prodotti, e mi sonfinfera l’idea di provarla, profuma di fiori d’arancio almeno lei?

Grazie, ciao!
Francesca


Rispondi a Stardust Annulla risposta

21 commenti su “Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare – Alkemilla)

  • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) elisabettafvg

    Eccomi! CLAP CLAP! Ri-inizio a leggerti (vi) partendo da questo articolo…Massimo Ranieri,rose rosse, ma il sorriso di quest’uomo ce l’ho tatuato nei miei occhi!!!! Che Canzonissima e anche adesso…
    Sei sul pezzo Francesca e sulle mie corde! Grande come sempre.
    Buona nuova avventura delle “Tre con un thè” !

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Sono belle avventure nelle quali mi piace immergermi, scrivere è un piacere, se lo si condivide raddoppia….e nel mio caso, addirittura triplica 😉
      Grazie mille Elisabetta, sei veramente speciale!

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Troppo gentile Giusy grazie mille! A onor del vero l’idea è partita da Ilaria, io mi ci sono solo intrufolata con grande piacere, è sempre stimolante buttarsi in qualche piccolo nuovo progetto 😀

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      That’s a good way of taking care of myself, I love roses 🙂
      Thanks a lot Anita!!

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Ilaria è un vulcano di idee, non c’è che dire, mi ha presa sotto la sua aletta (fritta) protettiva insieme a Katia e ora via…verso l’infinito e oltre!
      😀

  • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) vikibaum

    ottima collaborazione e risultati che penso siano vincenti. buondì francesca anche alle tue collanoratrici

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Ci si prova, sono esperimenti piacevoli per quanto mi riguarda, mixare cose apparentemente molto distanti riuscendo a renderle comunque legate le une alle altre è interessante, spero sia la prima di una lunga serie di idee 😉
      Grazie mille!

  • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) AleB.

    Questa idea della nuova Rubrica è troppo bella! Poi ti “leggo” super esaltata dalla novità e sono contenta per voi! ( scusa il commento breve, ma ho ritagliato cinque secondi di tempo lontana dai libri… maledette sessioni universitarie…non mi mancavano per niente!)

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Non temere, avessi inviato anche solo una stellina o una faccina fatta di parentesi, lo avrei comunque apprezzato moltissimo credimi 😉
      Mi pare che sia una idea funzionale quella di poter connettere persone ed interessi diversi con un unico filo, per questa volta ci siamo riuscire, vedrai che la squadra delle moschettiere della regina ce la metterà tutta per procedere, con coraggio, verso nuovi orizzonti! 😀
      E sono certa che pure ce la farai ad uscire indenne dai libri che ti hanno accalappiata, faccio il tifo da qui ALLEEEEEEE OOOHHHHH ALLEEEE OOHHHHH!

  • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) stravagaria

    Per struccare gli occhi non deve assolutamente bruciare, pena l’esilio dal mio armadietto dei cosmetici. Quindi per me è già penalizzata, l’idea dei post coordinati con altre blogger invece mi piace assai. Le collaborazioni sono uno degli aspetti più belli del mondo virtuale 😊

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Direi che allora non è il caso, al limite può essere utile sulle labbra o sul resto del viso, anche da usare prima della normale detersione per poter pulire più in profondità….Ma a me ha incendiato gli occhi un paio di volte e no, non è stato affatto piacevole.
      Questa è quella che io chiamo davvero “collaborazione”, quando si lavora insieme su una idea comune, sviluppandola su livelli diversi, l’idea mi è piaciuta da subito e sinceramente mi fa davvero tanto piacere non essere l’unica a pensarlo, grazie mille!

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Hai ragione, Ilaria e Katia sono le due geniette e io, beh, posso fare la bottiglia AHAHAAHAH 😀
      E’ stata una idea che ho accolto con vero piacere, e sono davvero contenta che abbia riscosso successo…

    • Beauty routine in cucina #1 : ROSE (Acqua di rose micellare - Alkemilla) Francesca L'autore dell'articolo

      Ottimismo e cappelli piumati al vento, noi tre moschettiere ribalteremo l’idea della rubrica, vedrai!
      E soprattutto clap clap ari-clap…. 😀