LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia.

LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. 17


Laetitia era una ragazza Francese come tante, ma aveva qualcuno di speciale al suo fianco.

Sua madre.

Ma non una qualunque, una madre che ha sempre avuto a cuore non soltanto il benessere dei propri figli, ma anche quello del pianeta, scegliendo di bandire dalla routine quotidiana della sua famiglia alcuni prodotti usa e getta, inquinanti e con ingredienti potenzialmente dannosi.

E quanto è importante riuscire a trasmettere agli altri, quanto i piccoli gesti quotidiani possono cambiare il futuro di tutti?

Beh funziona un pò come un domino, una tessera da sola non fa un grande rumore, ma insieme a tante altre, può creare una reazione a catena davvero enorme ed inarrestabile.

Laetitia non è più una ragazzina che si nasconde dalla madre per poter usare un deodorante antitraspirante convenzionale, è cresciuta con la consapevolezza di quanto si possa fare ogni giorno per evitare alla terra un immenso peso.

Ecco che nasce allora LAMAZUNA, un brand ispirato all’ecologia, al riuso ed al rispetto ma soprattutto alla filosofia zero-waste, ovvero zero rifiuti.

Incarti minimali ed interamente riciclabili e riutilizzabili con creatività, prodotti solidi, per contenere l’utilizzo di conservanti ma anche, diciamocelo, per non annacquare i prodotti rendendoli meno efficienti.

Il brand sarà presente dall’8 al 10 Settembre prossimi al SANA, l’ormai famosissimo salone bolognese dedicato al biologico e naturale, che è una tappa irrinunciabile per tutti gli amanti del bio, ma anche per tutti quei curiosi che faticano a convincersi che esistano delle alternative, dalle alte performance, ma dal bassissimo impatto ambientale.

Se non sei ancora convinta, sappi che il logo che contraddistingue l’azienda è una zebra.

Stai resistendo anche dopo averla vista?

Non va per niente bene, sappilo…

Io non ti conosco.
Io non so chi sei.
So che hai cancellato, con un gesto le strisce mie….

L’azienda ha cercato di imporsi sul mercato inizialmente con i prodotti lavabili/non monouso, soprattutto per la pulizia di viso ed orecchie, ma il bassissimo turnover di acquisto (considera che un dischetto ti dura per circa 300 utilizzi e ne hai una confezione da 10, mica stai a comprare ogni mese…!) ed il desiderio di non morire sommersi dai debiti, ha dato uno spunto ulteriore a questa zebra, che ha iniziato a correre veloce nel panorama ecobio proponendo una linea di prodotti per la cura della persona solidi.

Perchè duro, è meglio….e lo puoi portare anche in aereo 😉

Lui è un dentifricio.

Non te lo aspettavi, eh?

E’ assolutamente sexissimo, ha la forma di un diamante ed è un perfetto equilibrio tra design e comodità.

Nel bastoncino c’è impressa a fuoco la zebra che, sto già immaginando a fine vita del dentifricio, diventare un delizioso segnalibro oppure, inserito in un vecchio barattolino con della sabbia e un cartoncino, un originale segnaposto per una cena estiva con gli amici, o ancora puoi usare un pennarello per scrivere sul legno e distinguere le piantine nel balcone, oppure perchè non usarlo per combattere l’afa, riciclando dei cartoncini colorati e facendone un ventaglio? Ma se ne collezioni un pò di bastoncini, li fissi insieme e li dipingi con quella tempera effetto lavagna, puoi addirittura creare la tua personale lavagnetta della savana….

Insomma, basta un pò di creatività e troverai davvero mille modi per zebrarti ogni giorno.

Naturalmente nulla è lasciato al caso, la cura e l’attenzione riservata alla produzione passano inevitabilmente dall’artigianalità e questa foto ne è un esempio davvero lampante (hey Lampo, le tue orecchie pelose sono sempre nei miei pensieri, non dimenticarmi! <3 ).

Il risultato di questa ricerca scrupolosa tra ingredienti selezionati, produttori etici e risorse controllate sono shampoo, burri corpo, dentifrici e deodoranti di altissima qualità, totalmente naturali, vegani e cruelty free con i quali ti puoi prendere cura di te stessa e dell’ambiente in un colpo solo.

E non mi pare davvero poco!

Anche perchè, dai una sbirciata a quanto “produce” la nostra routine quotidiana di bellezza in un mese:

Rifiuto evitato, pianeta salvato!

Lamazuna distribuisce anche delle coppette mestruali, fazzoletti usa e lava e degli innovativi spazzolini di cui si cambia solamente la testina, non hai neppure idea di quanti manici perfettamente in forma e salute, finiscano nella spazzatura, piangenti e disperati perchè hanno ancora tutta la vita davanti e nessuno se ne rende conto….

La funzionalità ed il risparmio etico dei prodotti solidi non sono una novità, di sicuro prima di arrivare qui avrai pensato senz’altro “eh ma pure Lush li fa!”, e hai ragione, ma non trovi sia molto positivo che si stia cambiando rotta, dando priorità non più a quanto è accattivante la confezione sbrilluccicosa, ma a quanto è invece sano e funzionale il suo contenuto?

Per me è un passo avanti davvero enorme, che spero di poter ritrovare in sempre più aziende.

Ora, Lamazuna cara, non ti resta che fare due semplici cose :

  • un bel sapone zebrato,
  • un burrocacao, con le orecchie a strisce.

sono entrambi solidi, perciò lo spreco è minimo, inoltre io li amo FOLLEMENTE entrambi, quindi faresti oltremodo felice una povera, piccola, indifesa, (quasi) giovane donna che sarei io.

Grazie.

😀

Se sei in zona, o hai modo di raggiungere il SANA, sarebbe bello che Lamazuna si sentisse accolta a braccia aperte, dall’affetto e l’interesse delle tante persone che amano scegliere non soltanto per sè stesse, ma anche e soprattutto con un occhio di riguardo ben puntato verso l’impronta che lasciamo (o possiamo evitare di lasciare..) sul mondo.

Allora, prendi la tua bella agenda o il tuo simpatico calendario e scrivi :

SANA, Salone Internazionale del Biologico e del Naturale

BOLOGNA FIERE : 8-9-10-11 SETTEMBRE 2017

Chi ama gli animali è dalle due alle quattro zampe avanti agli altri.

Tu che cosa scegli, corri o vuoi rimanere indietro?

CIAO!

Francesca


Rispondi

17 commenti su “LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia.

  • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. vikibaum

    mi piace, che meraviglia il dentifricio e pure il resto e la zebra…se potessi come verrei v olentieri a bologna…vedremo, ciao francesca, buon lunedì

    • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

      Il dentifricio solido è la definitiva eliminazione delle litigate causate dal tubo spremuto a metà 😂
      Non ho mai provato i loro prodotti, ma sposo la filosofia che trasmettono e penso valga la pensa conoscere di più questo marchio, il SANA è di sicuro una vetrina importante…

    • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

      Condividi come se non ci fosse un domani! È una informazione che è bene fare circolare 😊
      Uhm Facebook hai detto? Devo controllare, sai che sono social come un masso sulla cima di un monte…ma ora controllo grazie per avermi avvisata 😘

    • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

      Su tre-ndy mi stava venendo una battuta ma, per l’integrità mentale residua, è meglio che eviti 😀
      Abbattere i rifiuti è di sicuro un passo importante, si limitano i costi e lo smaltimento, ma i packaging di Lamazuna sono così carini che ridargli vita col riciclo secondo me è davvero….naturale 😉

      • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. infuso di riso

        non conoscevo questo brand! wow, già il logo mi convince,
        grzzeeee franci per svelarci sempre questi nuovi brand “so green” che altrimenti non troverei facilmente da sola!
        un buon pome a te

        • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

          Il logo vince senza ombra di dubbio!
          Penso sia una idea vincente quella dei prodotti solidi e il più possibile nudi, e poi questo stile caldo un pò Africano ma sempre con quell’eleganza e ricercatezza tipicamente Francese, non possono proprio lasciare indifferenti 😉
          Grazie mille Daniela, un felice pomeriggio anche a te!

    • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

      Eh già, non possiamo aspettare che siano sempre gli altri a fare qualcosa, dobbiamo essere noi i primi ad accendere il cambiamento 😉
      Buona serata Simona!

  • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. elisabettafvg

    Giusto l’altra sera alla tv parlavano del riciclo e del stra-uso della plastica.Quindi ben vengano (e avanti con la divulgazione via web) queste iniziative. Come con il cibo,hai notato come è cambiato nel giro di poco tempo la pubblicità di alcuni prodotti?e sugli scaffali dei negozi? ingredienti più sani,integrali, controllati,…avanti tutta! Così si dà VALORE alle cose!

    • LAMAZUNA : Francia, amore ed ecologia. Francesca L'autore dell'articolo

      Hai proprio ragione, il cambiamento sugli scaffali è di sicuro il primo segnale, della pubblicità io personalmente non mi fido troppo perchè considero sempre che comunque il suo scopo è quello di vendere, perciò sai com’è 😉
      Ma un certo ritorno al riciclo, al riuso, allo scambio anche semplicemente all’acquisto “sfuso”, quanta differenza può fare per evitare gli sprechi? Ricordo che mia madre mi raccontava sempre che da piccolina comprava la conserva di pomodoro e il riso sfuso, scambiandoli magari con qualche uovo.
      L’innovazione ed il progresso possono sicuramente migliorare molto la vita quotidiana, ma ci deve essere equilibrio e attenzione perchè tutto ciò che facciamo, prima o poi, ci ritorna indietro 🙂