Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM

Unguento riscaldante e rilassante “muscle rub” : BADGER BALM 10   Aggiornato recentemente!


Francesca : Guarda che non sei mica in albergo, eh?
Vedi di darti una regolata perchè in questa maniera non si può di certo andare avanti, chi credi di essere che ti presenti quando non è previsto che tu debba arrivare?
Ci sono delle regole qui, caro mio, e tu di certo non puoi avere un trattamento di favore, perciò vedi di adeguarti e seguire il calendario senza creare ogni volta problemi.
Non ci saranno deroghe, sia chiaro, come deve essere chiaro il fatto che tutto quanto sopra non è un suggerimento, ma un ordine.
Coscienza : Scusa ma, con chi stai parlando?
Francesca : Con il mio ciclo…
Coscienza : Francesca, è già abbastanza preoccupante il fatto che parli con me, non peggiorare le cose per favore.
Francesca : E’ necessario che prenda in mano la situazione, altrimenti questo pensa di poter fare quello che gli pare e arrivare una settimana prima, o 5 giorni dopo.
Coscienza : Speriamo che non ti senta mai nessuno…Mica per niente, ma se ti internano mi tocca seguirti!!

Non posso dire che sia sempre facile convivere con l’essere donna, specie per me che ho dei peli assurdi al punto da farmi spesso dubitare della cosa, ma col ciclo non si scherza e, seppur non sempre con svizzera puntualità, lui bussa con cadenza regolare ricordandomi che, nonostante la mia moquette di peluria, non mi chiamo Franco.

Ad ogni modo, da alcuni mesi ho introdotto nella mia non-routine l’utilizzo di questo prodotto particolare che mi ha incuriosita al primo sguardo, ovvero il balsamo muscolare con funzione riscaldante del marchio Badger Balm, di cui ho già ampiamente apprezzato e riverito i balsami labbra proprio qui, e c’è forse un modo migliore di mettere questo giallo unguento alla prova, se non con i simpaticissimi crampi che annunciano il ciclo a mo’ di fanfara, tutt’altro che necessaria?

Il presupposto fondamentale rimane sempre e comunque lo stesso, specie quando si utilizzano della alternative naturali al dolore, ovvero non fare idiozie.
I segnali che ci invia il nostro corpo difficilmente sono fucilate a salve, perciò è importante fare sempre attenzione e non sostituirsi a dei pareri competenti o alle terapie in corso, senza un consulto medico (o di pari riconosciuta autorevolezza) favorevole.

Questa è una premessa probabilmente inutile, ma sai bene che nel web c’è di tutto e di più, ed i miei punti affidabilità non sono esattamente una quantità rassicurante, specie se consideri che la mia relazione amorosa di maggior durata è quella con le saponette, e sono anche solita intrattenere lunghi e complessi discorsi con la mia coscienza, ciò che conta e che mi preme sottolineare è rendere chiaro il concetto che questo non è un prodotto curativo, bensì un sostegno a lievi problematiche temporanee.

Non sia mai che, ad esempio, ti venga in mente di evitarti l’ospedale con l’appendicite in procinto di esplodere, solo perchè ti sei spalmata da capo a piedi di balsamo Badger.

Diciamo che questo barattolino di metallo, deliziosamente decorato, è uno di quei prodotti ai quali, secondo me, vale la pena affidarsi quando sei di fronte ai primi accenni di fastidio (chiaramente la scala di sopportazione deve essere calibrata su di te…) che vorresti in qualche modo limitare, prima però di ricorrere a terapie d’urto o farmaci specifici.

Andando con impreciso ordine, partirei col dirti qualcosa sulla consistenza di questo balsamo che al tatto si percepisce come una sorta di burro oleoso, non molto diverso dalla texture che ti potresti aspettare da un burrocacao in vasetto (ti ho mai detto che amo i burrocacao, non mi pare, vero?).
Ne basta davvero poco per ottenere un effetto soddisfacente, io ti sconsiglio di eccedere nel prelevarlo perchè il rischio è quello che la pelle non riesca ad assorbirlo completamente, risultando poi piuttosto appesantita ed oleosa.
Chiaramente anche io nei primi usi sembravo appena uscita da un barile di strutto fuso, ma ho imparato con rapidità che, anche su ampie aree, non servono quantitativi astronomici perchè si distribuisce bene sia localmente, che su zone più estese.

Altra cosa importante da segnalare è il colore, splendido come un caldo tramonto che infonde una profonda gioia ma….che macchia i tessuti chiari.
Questo punto può essere facilmente confermato dai miei mutandoni bianchi che, grazie ai dolori pre-ciclo combattuti con questo unguento, hanno potuto vivere un loro personale e breve periodo a metà tra Mirò e Picasso, con pennellate di varia misura di un intenso giallo ocra.
Sia chiaro, nulla che un normalissimo lavaggio in lavatrice non possa risolvere, ma per evitare sorprese è meglio essere preparati su cosa aspettarsi.

Un punto a suo favore, almeno per il mio naso è decisamente la fragranza, piacevolissima, in cui fanno da padrone le note piccanti, intense e lievemente agrumate dello zenzero ed a cui si uniscono in un perfetto accordo balsamico e legnoso anche il peperoncino di cayenna ed il cardamomo, le note di fondo invece si aprono alla fresca intensità delle erbe aromatiche.
Sicuramente non è un profumo facile, ma io trovo che sia utilissimo proprio per il periodo del ciclo, lo zenzero in qualche modo riesce a non infastidirmi ed, anzi, sa sollevare in parte la sensazione di nausea che talvolta mi accompagna, inoltre non essendo molto caratterizzato come profumazione prettamente “di genere”, è perfetto indifferentemente sia indossato dalle donne che dagli uomini.
Considerando che è mediamente persistente una volta applicato, è opportuno che ti piaccia o, quantomeno, che tu sia certa di non essere esageratamente sensibile nei confronti di questi profumi speziati.

Passiamo ora al suo INCI :

Olea europaea fruit oil*, ricinus communis seed oil*, cera alba*, capsicum frutescens fruit extract*, elettaria cardamomum fruit oil*, cymbopogon schoenanthus leaf oil*, zingiber officinale root extract*, rosmarinus officinalis leaf oil*, rosa canina fruit extract*, thymus mastichina flower oil*, salvia officinalis leaf oil*, contiene anche citral, linalool, limonene, geraniol da oli essenziali biologici. (*= da agricoltura biologica)

Ogni singolo ingrediente utilizzato per la formulazione di questo balsamo è certificato biologico, direi una garanzia non da poco 😉
E’ a base di olio di oliva, olio di ricino e cera d’api (olea europaea fruit oil, ricinus communis seed oil, cera alba) a cui sono stati aggiunti gli estratti di peperoncino, cardamomo, lemongrass, zenzero, rosmarino, timo e salvia (capsicum frutescens fruit extract, elettaria cardamomum fruit oil, cymbopogon schoenanthus leaf oil, zingiber officinale root extract, rosmarinus officinalis leaf oil, thymus mastichina flower oil, salvia officinalis leaf oil) ma non manca neppure il prezioso estratto di rosa canina (rosa canina fruit extract).

Di suo l’INCI è anche piuttosto semplice, un prodotto a base di oli, arricchito da numerosi estratti vegetali ed addensato con la cera d’api, il risultato è un balsamo che non è solo piacevole grazie al suo effetto riscaldante, ma anche e soprattutto per l’intensa morbidezza che regala alla pelle.

Quando parlo di “balsamo riscaldante” non intendo affatto che si comporta come una borsa dell’acqua calda, un tostapane, una stufa elettrica, un gatto o un cane acciambellato su di te, siamo molto, ma molto distanti anche dai classici cerotti ad effetto caldo, diciamo che la sensazione di tepore di certo si percepisce ed è anche piacevolmente amplificata dal massaggio, ma è comunque piuttosto lieve, io  lo definirei più un benessere, che è dato sia dal calore che dalla fragranza ricca, senza che questo arrivi ad essere però un calore fastidioso o intenso al punto da arrossare la parte in cui è stato applicato il prodotto.

Un leggero massaggio sul ventre con un po’ di questo prodotto è il primo attacco che sferro ai crampi, molto spesso in caso di dolore poco acuto mi è sufficiente questo, specie se integrato da una tisana calda e qualche minuto di relax, possibilmente stesa.
Ma non posso dire che si comporti meno bene neppure in caso di :

  • crampi o affaticamento muscolare di altro genere;
  • dopo lo sport o una sessione in palestra;
  • quel giro in bici ad inizio primavera, dopo un inverno di immobilità, che ti stronca ogni muscolo delle gambe;
  • la camminata in montagna a cui non sei assolutamente preparata ma, nonostante tutto, ti fingi un camoscio d’oro che salta di sentiero in sentiero;
  • ritrovarti in pessimo ed irrecuperabile  ritardo, cosa che ti impedisce di asciugarti completamente i capelli ma, tanto, dici a tutti che sei forte e giovane ed entro due ore ti salta via la cervicale;
  • fare la splendida al primissimo allenamento di tennis che Federer lèvati proprio, salvo poi dover andare a raccattare pezzi residui del tuo deltoide con una squadra della protezione civile.

In tutti i casi di cui sopra (e molti altri ancora…) una bella doccia calda ed un massaggio localizzato nei punti in cui ne senti maggior bisogno, sono un aiuto naturale che renderà la tua pelle morbida, profumata e ti sosterrà nella battaglia ai dolorini.

Ma ci tengo a ripeterlo nuovamente, questo balsamo è piacevole ed io ne ho tratto spesso giovamento ma non si sostiuisce ad alcuna cura, quindi se entro un paio di giorni di spalmaggio con Badger, non riesci ad ottenere qualche miglioramento significativo, prendi e vai dal medico.

E’ un marchio che mi sta piacendo molto, potrebbe essere il migliore in assoluto se solo avesse anche una linea di saponi….
Questa scatolina contiene 21 gr di prodotto (sembrano pochi, ma ti assicuro che ti durerà davvero molto quando avrai imparato che quantità è sufficiente applicare…) e costa 6,59 €, come sempre, in caso di acquisto impellente, lo puoi trovare ed acquistare QUI e se ti va puoi sempre e comunque applicare il fantastellare sconto UNTHEPERTE.

Tu hai provato qualcosa di questo marchio? Mi incuriosisce parecchio sia il balsamo rilassante alla lavanda, che quello balsamico da utilizzare in caso di raffreddamento, fosse mai che li hai testati, sappi che sono tutta orecchi 😉

Grazie!
Francesca


Rispondi

10 commenti su “Unguento riscaldante e rilassante “muscle rub” : BADGER BALM

  • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM mandorlabeauty

    Il brand non lo conosco ma intanto segno. Per doloretti vari causa età non più giovanissima, uso l’Unguento Veleno d’Api di Apiarium. L’ho provato con sano scetticismo ma fa, qualcosa fa… (e per fortuna è trasparente)

    • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Francesca L'autore dell'articolo

      Non vorrei sembrare scontata ma….Badger ha degli ottimi, davvero ottimi burrocacao! 😀
      Sinceramente neppure io mi aspettavo chissà quali miracoli, e ovviamente non ho ottenuto risultati tali da farmi buttar via tutto quello che avevo in casa, però devo dire che mi è comunque piaciuto, è un prodotto semplice ma ricco di ingredienti interessanti e, seppur in piccola parte, anche lui qualcosina fa…
      Di apiarium ho sentito invece parlare davvero moltissimo, non ho ancora provato nulla ma è un marchio che mi incuriosisce tanto, conto di provare qualcosa appena possibile 😀

  • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Lulli lu

    A me serviva invece un regolatore che me lo facesse venire ogni 8 settimane visto che ho già procreato quel tanto che basta (io ne farei altri mille, ma uno basta e avanza), ma ovulo enne volte e mi vengono ogni tre settimane circa e sono monsoni. A volte ho anche le doglie in effetti quindi potrei tentare il balsamo. Sei l’unico blog che mi regalo di leggere sempre.

    • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Francesca L'autore dell'articolo

      Mamma mia! Ma un po’ di sana via di mezzo era così brutta da distribuire, dico io??
      Se è proprio così intenso temo che da solo il balsamo non riesca a fare il miracolo, ma l’unica via è tentare, male che vada puoi usarlo in inverno per ammorbidire e intiepidire un po’ i piedi 🙂
      E poi quando mi dici queste cose io mi squaglio come una saponetta in acqua, sei troppo troppissimo gentile con me!!! <3

  • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM stravagaria

    Mi ricorda un po’ l’uso del “balsamo di tigre” che andava di moda qualche anno fa… non mi sarebbe venuto in mente di usarlo per i crampi mestruali ma per l’affaticamento muscolare qualcosina probabilmente fa soprattutto perché è abbinato al massaggio della zona dolorante. Smack!

    • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Francesca L'autore dell'articolo

      Il balsamo di tigre aveva la caratteristica di essere fortissimamente profumato, aveva una buona dose di canfora che in effetti è decisamente balsamica, non so se le formulazioni siano uguali per tutti i tipi ma in alcuni casi era presente la paraffina che a me secca oltre misura la pelle purtroppo 🙁
      Questa è una alternativa più delicata ma comunque utile, anche se lo stretching va fatto ugualmente 😀

    • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Francesca L'autore dell'articolo

      Non è di certo un antidolorifico di quelli che stenderebbe anche il solo pensiero dei dolori, ma io l’ho trovato utile e poi lascia la pelle morbida morbida, gialla se ne uso troppo, ma sempre morbidissimia 😀

    • Unguento riscaldante e rilassante "muscle rub" : BADGER BALM Francesca L'autore dell'articolo

      Io non lo uso tutti i giorni, a volte dimentico quasi di averlo, ma quando mi capita di averne bisogno ringrazio di aver deciso di provarlo! 😀
      A parte che mi piace moltissimo il profumo che ha, lo trovo anche efficace per risolvere piccoli problemini 😉