The, me e tisane del momento #9 : Rose tea

The, me e tisane del momento #9 : Rose tea 11


Penso sia davvero difficile capire la gioia intensa ed incontenibile che mi ha colpita in piena faccia, nel momento in cui ho aperto il pacchetto che la santissima e gentilissima Margherita del blog Eclectic tea lover mi ha inviato qualche tempo fa.

Difficile anche scegliere un prodotto da preferire rispetto agli altri, ognuno rappresenta per me folate di puro amore a partire dalla saponetta, passando per il burrocacao e poggiandomi successivamente, leggiadra come un muretto a secco, su questa profumatissima busta che contiene una cascata fragrante e colorata di purissimi petali di rose, il fiore per eccellenza che simboleggia l’amore e la passione.
Non è esattamente una novità il fatto che sempre più spesso, anche in cucina, si utilizzino petali o fiori per decorare ed arricchire i piatti, e in fin dei conti se ci pensi tutti almeno una volta abbiamo bevuto una tazza di fiori di camomilla, no?

Ma quanti possono dire di aver bevuto una tazza di infuso di rose?

Beh, se non ti è mai capitato di assaggiare questo immenso dono della natura, devi assolutamente correre ai ripari al più presto.

Custodisco una miscela di the nero alle rose nel mio straripante mobiletto dedicato ai miei amori in foglia, è deliziosa certo, ma non sono rose pure, e la differenza è davvero sostanziale.
Il profumo che si sprigiona una volta infuso un cucchiaino di petali, è qualcosa di celestiale, fiorito e delicato con degli accenni lievemente legnosi e la magia non si limita al profumo ma va ben oltre, ed è per questo che ti consiglio di usare una tazza o una teiera trasparente, così potrai goderti lo spettacolo dell’acqua che si colora sempre più intensamente di un meraviglioso blu-viola.

Il sapore è delicato, molto naturale direi decisamente lontano dalle versioni con aromi complessi che contengono anche frutta o altri erbe aggiuntive, ma è mediamente persistente al palato e ciò rende questi petali ideali per essere consumati da soli in tutto il loro floreale e dolce aroma, oppure miscelati se vuoi aggiungere un po’ di carattere ad un the verde o se desideri addolcire e distinguere un semplice the nero.

Ma è la versatilità, secondo il mio modesto parere, a rendere questo prodotto davvero interessante da avere in casa, anche se non sei una amante fervente delle bevande infuse (e secondo me, se non le ami, devi avere qualche problema 😀 ).
Se hai un robot da cucina abbastanza potente o un buon mixer, puoi ridurre i petali di rosa in una polvere fine ed omogenea che trova spazio sia tra i fornelli, che nella tua routine di bellezza, ed io dall’alto della mia quasi completa incompetenza, mi accingerò or ora a raccontarti come mi è capitato di reinventare questo the alle rose, una volta sminuzzato finemente :

  • zucchero alla rosa : io non sono una amante di the e tisane dolcificate, ne apprezzo le sfaccettature e preferisco riconoscere tutti i sapori senza interazioni, ma se misceli circa un cucchiaio di polvere di rosa con 100/150 gr di zucchero (quantità che può variare in base all’effetto colore/sapore finale che desideri), otterrai un delizioso composto di un delicato e piacevole rosa confetto, assolutamente fragrante e bon ton da offrire agli ospiti che desiderano caratterizzare infusi e tisane in maniera originale, ma semplice e naturale;
  • dolci e biscotti alle rose : proprio ieri con le mie manine ho preparato una torta margherita, e quale modo migliore di ringraziare Margherita del suo prezioso dono, se non rendere questo dolce qualcosa di speciale? Mi è bastato aggiungere un cucchiaino di polvere di rose ed una scorza di limone grattuggiata (verifica sempre bene che si tratti di limoni adatti allo scopo, non tutte le scorze vengono col buco sono edibili, purtroppo) all’impasto prima di infornare, in questo modo ho ottenuto una soffice e profumata pasta margherita leggermente rosata, perfetta per la colazione o una merenda gustosa.
    Ovviamente lo stesso vale per i biscotti, amalgamare all’impasto un po’ di polvere può rendere delle semplici pastefrolle, dei biscottini da the davvero degni di una pausa reale;
  • scrub viso : naturalmente, quando parti dai petali interi, puoi scegliere che grana ottenere quando li triti, se anzichè una polvere ti fermi quando avrai ottenuto pezzetti un po’ più grandi, avrai creato un delicatissimo scrub viso funzionale e naturale, al quale basterà semplicemente aggiungere un po’ d’acqua, idrolato o gel d’aloe per creare una texture comoda da spalmare sulla pelle del viso.
    Non essendo un prodotto intensivo come quelli contenenti pietra pomice, sale, zucchero o mandorle micronizzate, è adatto anche alla pelle intensamente sensibile e reattiva, agendo con dolcezza e regalandoti una pelle vellutata e tonica.
    Io ho la pelle mista ma ho l’ho provato comunque, e devo ammettere che mi è piaciuta davvero tanto la sensazione di levigatezza che regala, senza graffiare o aggredire la pelle;
  • maschera viso : frulla ancora un pochino lo scrub e otterrai una polvere rosa e aromatica, ideale da mescolare a dell’argilla, ad altre erbe adeguate al tuo tipo di pelle o anche tale e quale, basterà aggiungere dell’acqua tiepida, un attivatore per maschere o un idrolato, per ottenere un morbido impasto color caramelle al lampone da applicare sul viso e che è ideale sia per la pelle sensibile che matura, viste le note proprietà lenitive ed antiage che ci regala la rosa.

Per ovvi motivi non so darti una indicazione di prezzo relativa a questo sacchetto, ma posso dirti che contiene 50 gr di petali di rose, che offrono la garanzia di essere state coltivate in maniera naturale, senza l’utilizzo di pesticidi chimici ed arrivano direttamente dallo stato Indiano di Assam, famoso per la pregiata qualità di the nero, appunto, Assam.

In circolazione è facile trovare i boccioli di rosa essiccati, sicuramente più accattivanti da utilizzare come decorazione ma meno fruibili sotto il profilo tisaniero, probabilmente in qualche negozio bio o etnico con un po’ di fortuna potresti riuscire ad acquistare anche i soli petali, di fatto molto più comodi da gestire per le preparazioni di cui ti ho parlato, e poi guardali un attimo :

IMG_5917-002

Cioè tu vorresti forse farmi credere che, di fronte a cotanta floreale esplosione di colore e profumo, potresti resistere?
E’ vero che io non sono il metro di misura ideale per la resistenza nei confronti degli infusi, ma ti garantisco che non è affatto semplice ignorare questi petali.

Iniziare il mese di Maggio, per antonomasia dedicato alla fioritura delle rose, con questo the floreale, è stato un puro caso di cui non mi sono accorta fino a quanto ho visto il calendario, tra l’altro anche per sbaglio è la mia personale e voluta dedica alla natura, alla sua instancabile forza di rialzarsi e splendere dopo ogni inverno, anche il più rigido, alla sua bellezza semplice ma mai lasciata al caso, ed ai suoi infiniti prodotti di cui troppo spesso non conosciamo appieno caratteristiche e qualità.

Se non ti ho convinta neppure arrivata fin qui, sappi che con un paio di gocce di olio essenziale direttamente sui petali, puoi trasformare questa meraviglia in un bellissimo pout purri da tenere in una ciotolina, oppure per riempire dei sacchettini da appendere nell’armadio o appoggiare nei cassetti.

A presto, ciao!
Francesca


Rispondi

11 commenti su “The, me e tisane del momento #9 : Rose tea

  • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea elisabettafvg

    Che belle idee culinarie che hai avuto! Mi stuzzica lo zucchero profumato per il pan di spagna! Darà un sapore nuovo e particolare al dolce. Brava. Buon sabato!

    • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea Francesca L'autore dell'articolo

      Lo zucchero profumato si può fare anche con le rose fresche se puoi cogliere quelle che non hanno ricevuto trattamenti chimici strani 😉 sono quelle idee semplici ma piacevoli che, con poco, ti regalano un sorriso….e di sorrisi il pan di spagna ne fa venire davvero di enormi! 🙂
      Buona settimana Elisabetta 😉

    • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea Francesca L'autore dell'articolo

      E l’abbraccio lo apprezzo tantissimo, con o senza tisana 😉
      Grazie infinite Giovanna, buona giornata!

    • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea Francesca L'autore dell'articolo

      Tranquilla, il tuo commento non si è perso, è colpa mia che sono super-mega lenta ad approvare e rispondere…. Brutta persona Francesca, sei davvero una brutta persona!
      In ogni caso ti rispondo qui per entrambi i commenti, perchè anche io ho qualche pianta di rosa in giardino, le adoro veramente, sono uno dei fiori più eleganti e variegati che conosca <3 ho trovato un paio di anni fa delle piantine tristi che avevano messo in super sconto, beh quando sono sbocciate le rose mi sono chiesta se erano forse pazzi quelli che hanno scelto di svenderle... sono fantastiche!!! Una corolla ricca di petali di un bel rosa ed un profumo intenso che non avevo mai sentito, che meraviglia!
      So che alcune persone che coltivano le rose in casa, senza usare pesticidi o altri prodotti, usano i petali per farne lo sciroppo, anche quello è molto versatile in cucina ma ammetto di non aver mai provato a prepararlo....

      • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea Chiara Muller

        Ma figurati! Sono io che non leggo bene!
        Anche io non metto niente sulle rose, però non credo che mangerei i petali, abito su una via trafficatissima…
        Bellissimo prendersi cura delle piante

        • The, me e tisane del momento #9 : Rose tea Francesca L'autore dell'articolo

          In effetti è vero anche questo, l’inquinamento è praticamente ovunque ed è molto difficile riuscire a limitarne i danni, a volte si curano le piante con tutto l’amore del mondo senza usare pesticidi o altri prodotti chimici e poi ti sgasano i camion davanti casa…. 😐 mannaggia!