Lozione tonica purificante salvia e maggiorana : NATURA SIBERICA

Lozione tonica purificante salvia e maggiorana : NATURA SIBERICA 4


So bene di essere una persona incompatibile anche con sè stessa, ma negli ultimi mesi mi sono dovuta fermare a chiedermi che cosa io possa mai aver fatto di male ai tonici, magari in qualche vita precedente in cui ero un dischetto di cotone, per dover subire oggi certi affronti.

E fu così che alla prima riga ti spoilerai alla grande quella che sarà la conclusione di un articolo, che visti i presupposti potrebbe tranquillamente chiudersi qui.

A me piacciono le lozioni toniche, in linea generale è vero che ho raggiunto risultati più soddisfacenti con gli idrolati, ma le premesse intorno a questo prodotto erano tali da farmi propendere davvero con fiducia all’acquisto, in fin dei conti Natura Siberica è un marchio che è stato premiato come migliore del comparto green al Cosmoprof di Bologna nel 2012, ed ha ricevuto moltissimi altri riconoscimenti nel mondo, quanto potranno mai essere cambiate le cose in una manciata di anni?

Proviamo ad andare con ordine, innanzitutto ti presento la lozione tonica purificante per pelli miste e grasse di Natura Siberica, un flacone che io avrei premiato anche solo per il colore meraviglioso della sua etichetta :

Il formato da 200 ml si può acquistare ad un prezzo variabile fra 7 ed 8 €, dipende un po’ dalle proposte del negozio a cui sceglierai di affidarti, diciamo che come costo è gestibile per quanto mi riguarda, si tratta di un prodotto che non deve essere risciacquato e quindi a maggior ragione preferisco investire un paio di euro in più sapendo di cospargermi con un tonico ricco di estratti attivi per il mio tipo di pelle.

E questa versione è dedicata proprio alla pelle mista/grassa con imperfezioni, promettendo di purificare la pelle eliminando il sebo senza intaccarne il naturale equilibrio rendendola secca, oltre ad agire profondamente sui pori che dovrebbe pulire da residui e sporco limitando l’insorgere di punti neri.
Il condizionale è pressochè d’obbligo, come minimo la prima cosa che io, da ignorante cosmetica totale, mi posso aspettare da un prodotto per la pelle grassa, è che mi regali un minimo di effetto mat, mentre dopo l’applicazione ero talmente lucida che avrei potuto brillare più di una apparizione della Madonna a Lourdes.

L’effetto specchio potrebbe essere solo il primo approccio che la pelle ha mostrato dovendosi abituare ad un nuovo trattamento, mi sono detta, ci vuole costanza e fiducia soprattutto per i prodotti viso che sono per antonomasia quelli più ardui da comprendere in tempi brevi.
Quindi non ho gettato la spugna e con caparbietà mi sono imposta di usare ogni giorno sempre e solo questo tonico, sperando che con il passare dei giorni e delle settimane avrei potuto notare qualche cambiamento positivo.

Ed effettivamente dopo qualche settimana, si è attivato quell’odioso abbonamento ormonale mensile che non ho mai sottoscritto, che in allegato mi regala sempre una maggiore sensibilità della pelle oltre a qualche manciata di brufoletti sparsi a casaccio, ho dovuto sospendere per alcuni giorni l’applicazione della lozione perchè mi arrossava le guance e la fronte.
Ovviamente non parliamo di una ustione solare che mi ha resa incandescente, l’effetto è durato circa un’oretta e non mi ha (grazie al cielo) creato fastidio ulteriore come ad esempio pizzicore, bruciore o simili, posso dire che è stata esclusivamente una questione “visiva”.

Ma comunque spiacevole visto che io non uso trucchi di alcun genere, ed uscire di casa con questa aggiunta considerato lo stato standard della mia faccia, non sarebbe stata di certo una migliorìa apprezzabile.

Non mi sono data per vinta e dopo un paio di giorni, passata la tempesta di ormoni, crampi e desideri infiniti di cioccolato, ho ripreso la mia routine integrando nuovamente il tonico dopo la detersione.

E non è cambiato un accidente.

Anche impegnandomi con la lente, la mia pelle è rimasta uguale identica spiccicata di quando non usavo il tonico in questione, i miei pori non hanno accennato a ridursi, i punti neri hanno preso stabile residenza e da lì non schiodano, le imperfezioni hanno fatto il loro corso senza trarre benefici andandosene prima del  previsto ed il sebo non ci ha nemmeno provato a diminuire.
In sostanza, se avessi usato un panno imbevuto d’acqua, avrei raggiunto il medesimo risultato.

Effetto nullo, escludendo l’incazzatura abominevole che si è formata dentro di me dovendo fare i conti con due opzioni :

1) il prodotto che ho scelto è così scarso che usarlo o non usarlo sarebbe lo stesso;
2) la mia pelle decide arbitrariamente a quali prodotti reagire e io non posso controllarla;

In ambo i casi si tratta di uno scenario davvero sgradevole da affrontare, perciò proviamo ad utilizzare il classico metodo “ad esclusione” concentrandoci in primis sull’INCI :

aqua, zinc PCA, sucrose laurate, sucrose dilaurate, sucrose trilaurate, glycerin, sorbitol, salvia officinalis leaf water*, origanum vulgare leaf extract*, sorbus sibirica extract*, juniperus sibirica needle extract*, crepis sibirica extract*, picea obovata needle extract*, pineamidopropyl betaine*, hippophae rhamnoidesamidopropyl betaine*, camellia sinensis leaf extract*, cetraria islandica extract*, saponaria officinalis root extract*, achillea millefolium flower water*, citrus limon fruit extract*, benzyl alcohol, sodium benzoate, potassium sorbate, citric acid, parfum, limonene**, linalool**. (*= da agricoltura biologica) (**= naturalmente presente negli oli essenziali)

Da che mondo e mondo io non ho alcuna competenza scientifica per poter discutere della composizione dei prodotti, ma cerco comunque di informarmi e leggere quali caratteristiche abbiano i singoli ingredienti per cercare almeno di capire superficialmente di cosa si tratta, e questo è ciò che ho fatto con lo zinc PCA che a quanto pare è un vero duellante nei confronti di sebo, acne e anche odori molesti, ma pare essere consigliato in formule che non ne contengano più dell’1% del totale.

Ora, io mi rifiuto categoricamente di pensare di aver speso più di 7 € per una boccetta che contiene il 99% di acqua e un micro pizzico di altro, spero vivamente che l’altissima concentrazione sia invece il motivo che mi ha resa unta e impermeabile ai benefici effetti del suddetto zinco.

Se in lettura c’è qualche esperto di cosmetologia e chimica, vi prego di aiutarmi a comprendere questo amletico dubbio che non mi fa dormire.

Perchè subito dopo lo zinco ci sono anche tre diversi tensioattivi derivanti dallo zucchero (sucrose laurate, sucrose dilaurate, sucrose trilaurate) che di fatto dovrebbero essere quella parte che “pulisce i pori”, come è riportato sull’etichetta; considerati di natura particolarmente delicata, secondo la mia modestissima opinione potrebbero essere il motivo della lucidità e sensazione di pelle appesantita che provavo dopo l ‘uso.
Probabilmente insieme alla glicerina (glycerin) che sta subito dopo.

Non sarebbe stato tutto più bello e semplice (forse anche efficace) se la formulazione fosse stata incentrata esclusivamente sull’elenco di idrolati ed estratti che ora ti elenco?
In rapida successione infatti possiamo trovare :

– salvia (salvia officinalis leaf water)
– origano (origanum vulgare leaf extract)
– sorbo (sorbus sibirica extract)
– ginepro nano (juniperus sibirica needle extract)
– crepis sibirica, della famiglia del tarassaco (crepis sibirica extract)
– abete (picea obovata needle extract)
– the (camellia sinensis leaf extract)
– lichene islandico (cetraria islandica extract)
– saponaria (saponaria officinalis root extract)
– achillea (achillea millefolium flower water)
– limone (citrus limon fruit extract)

Un pool di estratti efficacissimi per contrastare l’eccessiva presenza di sebo, trattare la pelle problematica afflitta da imperfezioni ed acne e regolarizzarla con una pulizia efficace ma molto delicata che non ne disturbi il delicato equilibrio.

Eppure a quanto pare non sono bastati neppure loro a dare un senso all’utilizzo di questo tonico che, con me, non tonica proprio un accidente di niente.

Ho verificato bene l’uso corretto ma ammetto di aver anche fatto dei tentativi sciacquando il prodotto, ma è chiaro che non è questo il suo utilizzo tant’è che se lasciarlo serviva a gran poco, sciacquarlo era veramente solo uno spreco.
Nonostante io lo abbia utilizzato completamente e con costanza, ad esclusione dei primi due o tre giorni del ciclo per ovvi motivi di arrossamento, non è servito a farmi notare alcun miglioramento, solo integrando scrub e maschere specifiche ho potuto ottenere qualcosa ma questo è uno standard che posso assegnare a quei prodotti che da sempre mi regalano una pelle più purificata, il tonico mi aspetto che ne prolunghi e migliori gli effetti astringenti, non che si metta a scioperare proprio quando lo applico.

Ultimo appunto direi che vale la pena spenderlo per la fragranza, che non mi è piaciuta, della serie un prodotto mille critiche.
Effettivamente il profumo non è così rilevante in un cosmetico che ha una funzione particolare come il tonico, è anche vero che la sensibilità agli aromi risulta diversissima da persona a persona, ma io non sono riuscita a trovare gradevole nemmeno il profumo di questo prodotto che ha delle note floreali ed un fondo leggermente agrumato che ho trovato un po’ finto, a me ricorda alcuni prodotti disinfettanti, ma ripeto in tutta questa disfatta penso che la mia delicatezza in fatto di odori di certo sia l’aspetto meno importante in assoluto.

In un certo senso, segretamente, sto sperando di essere antipatica alla mia pelle che ha deciso di fregarsene dei miei sforzi e rifiuta di collaborare con qualsiasi prodotto specifico io le dedichi.

Ciao!
Francesca


Rispondi a ClaudiaVampireFlower Annulla risposta

4 commenti su “Lozione tonica purificante salvia e maggiorana : NATURA SIBERICA

    • Lozione tonica purificante salvia e maggiorana : NATURA SIBERICA Francesca L'autore dell'articolo

      Che dolcina che sei 😍 sapessi quando manca a me poter avere il tempo di condividere, leggere e chiacchierare come tempo fa, sono un sacco triste…. anche se forse i blog altrui hanno giovato molto nel poter evitare di gestire i miei commenti assurdi 🤔

    • Lozione tonica purificante salvia e maggiorana : NATURA SIBERICA Francesca L'autore dell'articolo

      Si mi ricordo che me ne avevi parlato di strani episodi con quel tonico, ti dirò che alla fine lo spero anche io che dipenda dalla pelle che reagisce a qualcosa, almeno sarebbe un qualche ingrediente che inibisce i benefici di tutti gli altri, mi farebbe un sacco incacchiare se fosse proprio il prodotto che non tonica una mazza di niente 😤😤😤